Conosciamo tutto riguardo Alessandro Barbero, lo scrittore e storico, protagonista di trasmissioni tv come Superquark e conduttore di tanti programmi su Rai 3 e Raistoria, e che stasera torna su La 7 con In viaggio con Barbero. Molti non sanno ad esempio del suo percorso online, che l’ha reso famoso attraverso lezioni e conferenze sulla storia medievale pubblicate su YouTube ormai più di dieci anni fa. Il suo stile semplice e diretto, e la sua passione per la storia antica, hanno avvicinato tante persone allo studio della materia, facendo nascere un’intera generazione di appassionati. Scopriamo di più sul volto apparso nello speciale di Ulisse: il piacere della scoperta condotto da Alberto Angela, e dedicato alla vita del padre Piero Angela, nonché conduttore del nuovo show Rai 3: Nel secolo breve.

Chi è Barbero

Sfortunatamente non sappiamo molto dell’infanzia dello storico, conosciamo però alcuni dettagli sul suo percorso accademico, dal quale possiamo trarre informazioni preziose sulla sua vita. Crescendo a Torino, dopo la maturità al Liceo classico Cavour, si laurea in Lettere nel 1981 con una tesi in Storia medievale presso l’Università degli Studi di Torino dal titolo: Il mito angioino nella cultura italiana e provenzale fra Duecento e Trecento. Insomma, dimostra fin da subito la sua passione per la materia di studi. Consegue poi tre anni più tardi un dottorato, questa volta alla Scuola Normale Superiore di Pisa, vincendo subito un concorso per un posto di ricercatore in Storia medievale all’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, trasferendosi così nella capitale. Proseguirà poi la carriera accademica diventando dal 1998 professore associato, e dal 2002 professore ordinario di Storia Medievale all’università del Piemonte. Tre anni più tardi ottiene dalla Repubblica francese il titolo di Cavaliere dell’Ordine delle Arti e delle Lettere. Attualmente è socio della Deputazione Subalpina di storia patria, ed è stato membro del comitato direttivo del Premio Strega.

Libri, Televisione e Youtube

Il suo percorso bibliografico inizia nel 1994, quando con la collega Chiara Frugoni realizza un Dizionario del Medioevo. Due anni più tardi vince addirittura l’ambito Premio Strega con il romanzo Bella vita e guerre altrui di Mr. Pyle, gentiluomo. Nel 2000 prosegue il filone storico con Carlo Magno. Un padre dell’Europa, seguito nel 2010 dal saggio Lepanto. La battaglia dei tre imperi. Il suo ultimo romanzo, datato 2011 e detentore del Premio Alessandro Manzoni, si intitola Gli occhi di Venezia. Da non dimenticare il libro in collaborazione con l’iconico Piero Angela: Dietro le quinte della Storia.

In viaggio con Barbero

In viaggio con Barbero

In ambito televisivo non si può non citare, a tal proposito la collaborazione più che decennale con Superquark, curando una rubrica sugli usi e costumi storici. Inoltre è stato membro del comitato scientifico del programma Il tempo e la storia, e di Passato e presente. Dopo l’esperienza di conduzione per a.C.d.C., nonché per i documentari Alighieri Durante, detto Dante, e Ei fu. Vita, conquiste e disfatte di Napoleone Bonaparte, nel 2023 passa alla conduzione su Rai 3 di Nel secolo breve.

Nella seconda decade degli anni 2000, Barbero ha acquisito una grande popolarità su Internet grazie alle attività divulgative di una serie di conferenze e lezioni su Youtube, che hanno guadagnato centinaia di migliaia di visualizzazioni, su temi riguardanti il Medioevo e la storia antica più in generale.

Vita privata

Lo storico cerca di tener ben separata la sua vita pubblica da quella privata, sappiamo che è sposato da molti anni con la moglie Flavia Barbero, che condivide la sua passione per la storia. Inoltre i due hanno un figlio, che da alcuni anni lavora a Parigi nel mondo del giornalismo.