Risata fragorosa – a tratti destabilizzante – di Fedez mentre parla di Emanuela Orlandi. Scivolone – per usare un eufemismo – del rapper (ex rapper?) marito di Chiara Ferragni che, nel corso della puntata di Muschio Selvaggio in cui ha ospitato il giornalista Gianluigi Nuzzi, esperto tra le altre cose delle vicende vaticane, è incappato in un atteggiamento a dir poco discutibile che ha scatenato un putiferio.

La risata di Fedez sul caso Orlandi

Argomento di discussione in quel momento, con il conduttore di Quarto Grado ospite del podcast, proprio il caso della scomparsa della Orlandi: a distanza di 39 anni, quello di Orlandi continua a essere uno dei misteri insoluti per il quale si cerca, invano, una risposta definitiva. A rendere sempre attuale la vicenda, un paio di avvenimenti recentissimi: il successo della docu-serie Netflix, “Vatican Girl“, che affronta il caso Orlandi ed è una delle più viste sulla piattaforma.

Momento imbarazzantissimo, soprattutto per chi era in studio (leggasi Nuzzi e Luis Sal), quello successivo all’affermazione di Fedez: “Innanzitutto possiamo dire? Non l’hanno trovata”. Nulla di male, non fosse che in due secondi è scoppiato a ridere in maniera quasi isterica, quasi pensando di aver fatto la battuta del secolo senza rendersi conto di quanto fosse fuori luogo e fuori contesto quel comportamento.

L’imbarazzo di Nuzzi e Luis Sal

Silenzio – assordante – di un paio di secondi da parte di Sal e Nuzzi, il quale ha poi provato a uscire dall’imbarazzo chiedendo a Fedez se fosse black humor “assolutamente antitetico rispetto a un giornalista”. Lui, ancora meno comprensibile, ha rincarato la dose: “Sì, scusa. La stanno ancora cercando. Scusami. Mi faceva troppo ridere”.

“No Fedez, non fa ridere”

All’unisono Nuzzi e Sal gli hanno ribadito che no, non fa ridere. Che Fedez non sappia o semplicemente sottostimi un episodio del genere? Non tutto si può buttare in caciara: sui social l’attacco a Fedez è stato trasversale, immediato, inesorabile.

Il video della risata di Fedez sul caso Orlandi

Qui l’intera puntata di Muschio Selvaggio con Gianluigi Nuzzi, dal minuto 2 e 50 secondi è possibile visualizzare quanto accaduto nel corso del podcast.

Di Emanuela Orlandi, scomparsa nel 1983, nessuno ha più saputo nulla: ma, a distanza di 40 anni, il promotore di giustizia vaticana, Alessandro Diddi, ha deciso di riaprire l’inchiesta. Emanuela, figlia di un dipendente della Santa Sede, aveva 15 anni quando è sparita nel nulla. Il fratello Pietro ha dedicato – e continua a farlo – la sua vita alla ricerca della sorella: non ha mai perso le speranze di ritrovarla e non si è mai arreso.

La replica di Pietro Orlandi a Fedez

Lo stesso Pietro, con grande tempismo, ha cercato di sgonfiare la pesantezza della situazione con un intervento con cui ha cercato di tendere una mano a Fedez: “La sua risata mentre si diceva che non avevano mai trovato Emanuela, che ancora la stavano cercando, è stata sicuramente fuori luogo e un po’ mi è dispiaciuto. Ha sbagliato, ma ha parlato per un’ora di mia sorella e questa è la cosa che mi interessa di più”.