Torna Quarta Repubblica, stasera lunedì 16 gennaio dalle 21.30 su Rete 4, il talk show condotto da Nicola Porro che per l’occasione potrebbe stravolgere la scaletta annunciata, in seguito alla notizia di questa mattina legata all’arresto a Palermo di Matteo Messina Denaro, ma non rinunciare agli ospiti illustri in scaletta.

Tra essi, il più interessante è sicuramente Stefano Bonaccini, Presidente della Regione Emilia Romagna e nella pletora dei candidati alla Segreteria del Partito Democratico.

Primarie Pd, i candidati alla Segreteria

In vista delle primarie Pd e del congresso relativo – le votazioni sono in calendario il prossimo 26 febbraio – l’elenco dei candidati alla sostituzione dello scranno di Enrico Letta è pressoché definito, sebbene l’eventualità che qualcuno possa aggiungersi strada facendo non è da escludere: allo stato attuale, in lizza ci sono lo stesso Bonaccini, Gianni Cuperlo, Paola De Micheli ed Elly Schlein.

Il programma di Stefano Bonaccini

Sono, in casa dei Democratici, giorni di campagna elettorale e di presentazione dei programmi. La presenza di Bonaccini nel salotto di Porro è sicuramente occaisone ghiotta per l’esposizione delle idee del Presidente: sul suo sito campeggia un claim molto efficace che recita “Energia popolare per il Partito Democratico” e una dichiarazione dello stesso Bonaccini, i lquale afferma di essersi candidato alla segreteria del partito perché

è il momento di esserci, di impegnarsi, di partecipare. E di farlo insieme. Per il PD. Per il Paese.

Lo scandalo Qatargate secondo Stefano Bonaccini

Oltre al focus sulla corsa alla segreteria, è annunciato anche un dibattito relativo allo scandalo che nelle scorse settimane ha colpito come uno tsunami il Pd: ovvero, quello relativo al Qatargate, che ha visto tra le figure maggiormente coinvolte fino all’arresto uno degli esponenti del partito, Antonio Panzeri, ex europarlamentare.

Ribattezzato Qatargate in assonanza con l’altro ben più famoso scandalo del Watergate che coinvolse l’allora presidente degli Stati Uniti, Richard Nixon, il caso tratta una presunta corruzione da parte del Qatar all’interno del parlamento europeo relativamente alla assegnazione degli ultimi Mondiali di calcio. L’ipotesi è che vi fosse una rete corruttiva che abbia coinvolto politici, dirigenti e funzionari di Bruxelles.

I sondaggi sulle primarie del Pd

È uno degli episodi che ha contribuito a far calare ulteriormente i consensi dl Partito Democratico e destabilizzarne iscritti e simpatizzanti. Capire in quale modo Bonaccini deciderà di affrontare la vicenda è sicuramente importante perché la caccia al consenso passa anche attraverso le reazioni alle malefatte dei singoli o alle ataviche storture di sistema.  

Bonaccini ha dalla sua il favore dei pronostici: tutti i sondaggi lo danno in forte vantaggio sulla seconda, Elly Schlein, staccata di 20 punti percentuali.

Sono passati oltre tre mesi da quando, ospite di Lilli Gruber a Otto e Mezzo, Bonaccini non aveva ancora sciolto le riserve in merito a una sua possibile candidatura alla Segreteria del partito: lo farò, diceva a quel tempo, solo se “dovessi capire che può essere utile”.

Evidentemente, appena dopo lo ha capito.

Tagged in:

Rete 4