Reduce dall’esperienza come co-conduttrice del Festival di Sanremo, Francesca Fagnani è ufficialmente tornata nella sua veste più famosa, quella di intervistatrice. E il suo talk show, Belve, è stato promosso alla prima serata di Rai 2: per la seconda puntata di questa nuova stagione, in onda il 28 febbraio, la giornalista ha accolto nel suo studio Carolina Crescentini. L’attrice, tra i volti più amati della tv italiana, sta attraversando un periodo molto ricco di soddisfazioni: è infatti nel cast della serie del momento, Mare Fuori, in cui interpreta la direttrice del carcere minorile Paola Vinci: ma è anche tornata a vestire i panni di Corinna Negri in Boris 4.

Belve, Carolina Crescentini parla di Mare Fuori

Nel corso dell’intervista, Francesca Fagnani ha parlato con la sua ospite anche dell’enorme successo che sta travolgendo Mare Fuori, serie tv che con la sua terza stagione ha battuto ogni record di visualizzazioni su RaiPlay. Una serie allo stesso tempo dura ed emozionante, che racconta le vicende di un gruppo di ragazzi detenuti nel carcere minorile di Napoli: tra i protagonisti c’è anche Paola Vinci, la direttrice dell’IPM, interpretata proprio da Crescentini. “Questo ruolo mi ha attratto subito, soprattutto perché avevo di fronte una sfida fisica”, ha raccontato l’attrice, che nella serie veste i panni di una donna claudicante. “Ho iniziato a camminare con il bastone in giro, finché pian piano l’ho capita. Ho capito il mazzo che si fanno le persone che vivono con il bastone”. Fagnani le ha poi chiesto se avesse mai avuto preoccupazioni di tipo estetico nell’accettare il ruolo di Paola: “No. Quando fai un personaggio sei molto più libera di essere anche non graziosa, proprio perché sei coperta da un personaggio”.

L’attrice romana e le scene di sesso

Francesca Fagnani ha poi voluto indagare un aspetto della vita di un attore che desta spesso curiosità negli spettatori: le scene di sesso. Come ha raccontato la stessa attrice, è capitato più volte sul set di Mare Fuori che il suo personaggio e quello del comandante Massimo Esposito – interpretato da Carmine Recano – si siano trovati in situazioni intime. Francesca Fagnani ha citato la stessa Crescentini, che in un’intervista a Vanity Fair aveva rivelato che per girare queste scene si trasformava nel “soldato Carolina”. “Mettici pure che hai 70 persone intorno, quindi diciamo che di atmosfera erotica c’è molto poco. Poi magari c’è anche l’attore che si è appena bevuto il caffè e ha la barba che ti fa male. Insomma, non è proprio una cosa erotica”. Alla domanda se, potendo scegliere, preferirebbe non girare più scene di questo tipo, Crescentini ha risposto: “Se è necessario a livello drammaturgico, lo faccio. Ma di solito non serve a niente, è come dicevano in Boris: gli sceneggiatori ad un certo punto si chiedono “che gli facciamo fare? Facciamoli sco**re così, de botto, senza senso!” Succede davvero così. Mi è capitato anche in Mare Fuori“.

Tagged in:

Rai 2