Appuntamento di domenica con la fiction storica stasera in tv (19 dicembre 2021) su La7, che propone la miniserie televisiva Tut – Il destino di un faraone, la storia in tre atti del grandioso monarca Tutankhamon, dalla nascita alle conquiste che hanno reso potente l’Egitto. La serie, diretta da David Von Ancken con la sceneggiatura di Brad Bredeweg, Peter Paige e Michael Vickerman, andrà in onda stasera sul piccolo schermo dalle ore 21:15, ma sarà disponibile come di consueto per la visione in diretta streaming tra i programmi tv di stasera sul sito ufficiale del La7.it.

Tut - Il destino di un faraone - Stasera in tv su la7 e in diretta streaming (15 agosto)

Tut – Il destino di un faraone – Stasera in tv su la7 e in diretta streaming (15 agosto)

Tut – Il destino di un faraone: la trama e il cast (15 agosto)

Siamo negli anni d’oro dell’antico Egitto, nel 1332 a.c., all’apice del potere dei faraoni e il regno bagnato dal Nilo è il più potente del mondo. Tuttavia il paese è dilaniato dalle lotte interne di potere e a pagarne le conseguenze è il faraone Akhenaten (Silas Carson), avvelenato a tradimento da Paraneffer, colui che sembrava essere il suo dignatario più fidato. A salire al trono sarà quindi il giovanissimo Tutankhamon (Avan Jogia), che a soli nove anni si trova a governare in una situazione politica difficile e complicata.

Tut – Il destino di un faraone sacrifica l’accuratezza storica in favore di un melodramma sdolcinato, sprecando un cast di talenti per un biopic che non coglie appieno il fascino del suo soggetto senza tempo. (Fonte: Rotten Tomatoes)

Tutankhamon paga inizialmente le debolezze figlie della sua giovane età, come la forse eccessiva magnaminità ed empatia nei confronti del popolo e a diciott’anni è costretto a prendere delle importanti iniziative per mantenere il potere e tranquillizzare i sudditi. Consigliato dal gran visir Ay – interpretato da Ben Kingsley (Prince of Persia – Le sabbie del tempo) – prende in sposa la sorella Ankhesenamun (Sibylla Deen), così da conservare la purezza della dinastia, anche se a conoscenza dell’amore che l’amico Ka (Peter Gadiot) prova per lei. Ma la vera svolta avverrà quando il monarca deciderà di muovere guerra contro i Mitanni; il giovane faraone mostra in battaglia tutto il suo valore ma se ne perdono le tracce, così che il generale Horemheb (Nonso Anozie) lo darà per morto. Sarà la giovane Suhad (Kylie Bunbury) a salvarlo e a curarlo, mentre in un secondo momento l’amico Lagus (Iddo Goldberg) riportera i due ragazzi a Tebe, dove la situazione è fuori controllo…

Tut - Il destino di un faraone: dove vederlo in tv e in streaming

Tut – Il destino di un faraone: dove vederlo in tv e in streaming

Trailer, curiosità e accoglienza del biopic oggi in tv e live streaming

La miniserie questa sera in tv non è stata girata in Egitto bensì in Marocco, a Ouarzate, ed è stata trasmessa per la prima volta negli Stati Uniti nel 2015 sul canale televisivo Spike TV, mentre in Italia è uscita lo stesso anno su Deejay TV e su Focus l’anno successivo. La serie tv ha ricevuto una candidatura al Motion Picture Sound Editor per il miglior montaggio sonoro in un film televisivo o mini-serie e una candidatura agli Screen Actors Guild Awards per il miglior attore in un film televisivo o mini-serie a (Ben Kingsley).

Tagged in:

La7