Dopo il successo della fiction andata in onda su Rai 1, Per Elisa – Il caso Claps, e dopo quello del podcast di Pablo Trincia pubblicato per i 30 anni dall’assassinio della giovane donna, morta nel 1993 per mano di Danilo Restivo, ora su Sky Crime e Now va in onda una nuova docu-serie, piena di materiale inedito: Dove nessuno guarda. Il caso Elisa Claps. Ancora una volta, volto e voce del racconto, saranno quelli di Trincia, mentre la regia è affidata a Riccardo Spagnoli, che insieme al conduttore ha curato anche la scrittura. La serie parte questa sera, il 13 novembre alle 21, e andrà avanti anche domani, martedì 14 con due episodi per serata.

Dove nessuno guarda. Il caso Elisa Claps: la serie di Pablo Trincia con materiale inedito

Dove nessuno guarda. Il caso Elisa Claps, in onda il 13 e il 14 novembre su Sky Crime e Now, ripercorre in 4 episodi una delle più incredibili storie di cronaca italiane. Narratore dei fatti è Pablo Trincia, che ha messo al centro di questa serie, il racconto dei protagonisti che riportano informazioni dirette sui fatti, materiale video mai diffuso e documenti processuali accessibili, ma che nessuno fino a oggi, inspiegabilmente, aveva mai richiesto e ottenuto. Troveremo quindi l’ultimo video inedito della vittima in vita, atti giudiziari mai divulgati, video del killer mai diffusi integralmente e testimonianze inedite, oltre a scandagliare la psicologia dell’assassino Danilo Restivo e la storia dei suoi guai giudiziari in Inghilterra. Nella docu-serie Trincia ricostruisce l’intera vicenda cercando di restituire al pubblico anche chi fosse Elisa Claps nella vita di tutti i giorni e l’ammirevole dignità e tenacia con cui, in questi anni, la sua famiglia ha affrontato quanto accaduto, continuando a cercare sempre e solo la verità.

Pablo Trincia e Filomena Claps

Pablo Trincia e Filomena Claps

Anticipazioni episodi di Dove nessuno guarda. Il caso Elisa Claps

Episodio 1 (il ritrovamento di Heather Barnett)

Si parte dalla scena del ritrovamento, nel 2002, del corpo mutilato di Heather Barnett, una sarta di Bournemouth, nel sud dell’Inghilterra. Sono stati i due figli minorenni a scoprirne il cadavere nel bagno di casa e a correre fuori in cerca di aiuto. A prendersi cura dei ragazzi, sconvolti, è una coppia che li vede in lacrime sul marciapiede. L’uomo si fa chiamare Denny, nickname di Danilo Restivo. La polizia inglese ancora non lo conosce, ma quella italiana sì. È sospettato della scomparsa di Elisa Claps, avvenuta a Potenza 9 anni prima. Così torniamo indietro, al 1995, quando Restivo è sotto processo in Italia per aver dato falsa testimonianza al Pubblico Ministero subito dopo la scomparsa della ragazza. I due si erano incontrati il 12 settembre di due anni prima in una chiesa, ma poi lei non era mai tornata a casa e lui era stato visto rientrare dai propri genitori sporco di sangue e con un taglio sulla mano. La famiglia di Elisa – il fratello Gildo e la madre Filomena Claps – insistono fin da subito con Polizia e Procura che Restivo è l’uomo su cui indagare. Ma non vengono ascoltati.

Episodio 2 (chi è Danilo Restivo)

Scopriamo chi è Danilo Restivo. Un ragazzo che a Potenza è conosciuto come “quello strano”, che ci prova sempre con tutte le ragazze, ma che ha anche un lato molto oscuro. Nel 1986, all’età di 14 anni, ha ferito un ragazzino alla gola con un coltello, è stato segnalato più volte per aver tagliato ciocche di capelli alle ragazze sugli autobus della città, e pochi mesi prima della scomparsa di Elisa aveva stalkerato quattro studentesse con chiamate e pacchi minatori. Nonostante questo, e nonostante la relazione di una psicologa che delinea molto chiaramente il quadro psicologico estremamente preoccupante del ragazzo, la Procura continua a dare Elisa Claps per dispersa. La sua famiglia è in un baratro emotivo. Se Filomena e il figlio maggiore Gildo combattono per Elisa in tv e sui giornali, Antonio, il padre, non si riprende più. Dopo una breve detenzione e una condanna unicamente per falsa testimonianza nel 1995, Danilo Restivo gira l’Italia indisturbato, continuando a creare problemi. Finché nel maggio del 2002 si trasferisce in Inghilterra, dove conosce online una donna italiana più grande di lui, e dalla quale va a vivere. Pochi mesi dopo, la loro vicina di casa Heather Barnett verrà fatta a pezzi, e diversi sospetti ricadono proprio su Danilo, che però, anche questa volta, non viene messo formalmente sotto accusa. E questo nemmeno dopo che la polizia lo pedina in un parco, dove è andato per spiare alcune donne, portandosi dietro un kit da killer. Restivo sposa Fiamma e continua a vivere da uomo libero.

Il funerale di Elisa Claps

Il funerale di Elisa Claps

Episodio 3 (il corpo di Elisa Claps viene ritrovato)

Pochi mesi prima della morte di Heather Barnett un’altra ragazza è stata assassinata a poche centinaia di metri da casa di Danilo Restivo. Si chiama Jong-Ok Shin. È stata uccisa con tre coltellate da uno sconosciuto in mezzo alla strada. Una conoscente di Restivo e della sua compagna sospetta che lui c’entri qualcosa dopo averlo sentito commentare l’accaduto, ma la polizia si concentra su un ragazzo di Bournemouth, Omar Benguit. Una prostituta tossicodipendente, infatti, sostiene sia stato lui a commettere l’omicidio, e nonostante le accuse siano piene di contraddizioni, lacune e ritrattazioni da parte di altri testimoni, Omar viene condannato all’ergastolo. A combattere per la sua libertà da oltre vent’anni c’è la sorella Amie Benguit. Nonostante diversi indizi e coincidenze facciano comunque pensare che Restivo sia coinvolto nel caso, Danilo non verrà mai processato per questo caso. Nel 2010 però, un gruppo di operai scopre il corpo di Elisa Claps nel sottotetto della Chiesa della Santissima Trinità di Potenza, che fino a poco prima era stata controllata dal defunto Don Mimì Sabia. Il parroco ha sempre avuto un comportamento molto ambiguo sulla vicenda, e non sembra un caso che solo dopo la sua morte il cadavere della Claps venga finalmente ritrovato. Gli inquirenti, tuttavia, capiscono subito che quel sottotetto è stato molto più frequentato di quanto si potesse immaginare. Possibile che nessuno abbia mai visto il corpo di Elisa?

Episodio 4 (l’arresto di Restivo e la riapertura della chiesa della Santissima Trinità)

Nel sottotetto della Trinità vengono ritrovati tanti oggetti lasciati nel corso degli anni da chi l’ha frequentato. Da lì sono passati operai e amanti, anche nel periodo successivo alla scomparsa di Elisa. È evidente che qualcuno deve aver visto e taciuto. Nel frattempo, a pochi giorni dal ritrovamento di Elisa, un parroco, Don Wagno, ammette alla polizia e alla procura di esserci stato, assieme a due donne delle pulizie, un paio di mesi prima e di aver visto il corpo, ma di non aver poi avvisato le autorità. Le donne delle pulizie negano e vengono processate per falsa testimonianza, ma continuano ad affermare la propria estraneità ai fatti. Danilo Restivo, nel frattempo, viene arrestato in Inghilterra e condannato per la morte di Heather Barnett e di Elisa Claps. Ma il mistero su chi, all’interno della chiesa, lo abbia aiutato, resta. Nel 2023, a 30 anni dalla scomparsa di Elisa, la Santissima Trinità ha riaperto i battenti tra molte polemiche. L’uscita del podcast Dove Nessuno Guarda – Il caso Elisa Claps ha però risvegliato il ricordo di Elisa in città, portando centinaia di persone a riunirsi davanti alla chiesa per celebrarne la memoria.

Il caso Elisa Claps, la serie Rai e cosa ne pensa mamma Filomena

Proprio mentre la polemica per la riapertura della chiesa della Santissima Trinità di Potenza si fa sempre più sentire, su Rai 1 è andato in onda Per Elisa – Il caso Claps. Proprio sulla miniserie è intervenuta Filomena Claps, mamma della giovane vittima uccisa da Restivo nel 1993. La donna, intervistata dal Quotidiano Nazionale ha detto cosa ha provato dopo aver visto la fiction Rai di Marco Pontecorvo dov’è stata interpretata da Anna Ferruzzo:

Ho visto tutto, gli attori sono stati bravissimi, hanno dimostrato un’umanità unica. Elisa l’hanno trattata come una persona di famiglia. Sono entrati in punta di piedi con una delicatezza unica. Avevo timore, per me è stata una grande sorpresa.

Dove e quando vedere Nessuno Guarda – Il caso Elisa Claps

Dove nessuno guarda. Il caso Elisa Claps – La serie va in onda il 13 e 14 novembre, con due episodi per serata, in esclusiva su Sky TG24, Sky Crime e Sky Documentaries, in streaming solo su NOW, sempre disponibile on demand.