Durante la terza puntata di MasterChef Italia, andata in onda giovedì 28 dicembre su Sky Uno e in streaming su SkyGo e Now TV e condotta da Bruno Barbieri, Antonino Cannavacciuolo e Giorgio Locatelli, abbiamo assistito alle prime due eliminazioni: nell’Invention test è uscita di scena Chù, mentre al Pressure ha lasciato il programma culinario più amato e seguito d’Italia Fiorenza, arrabbiata per quanto accaduto nella prima parte della prova. Ma vediamo insieme cosa è accaduto nel corso della puntata di questa sera, a partire dall’attesissima Mystery box che ha sancito la vittoria di Eleonora, seconda a ottenere la Golden Pin dopo Alice.

MasterChef Italia, 28 dicembre: i primi eliminati

La Mystery box del 28 dicembre conteneva un panino al salame dolce, completo nella sua semplicità. Il colpito dei concorrenti era quello di creare un piatto perfetto che presentasse un equilibrio tra tutti i sapori esistenti, partendo da alcuni ingredienti già dati dai giudici. Nel corso della sfida Nicolò è stato protagonista di una gaffe riguardante Francesca, l’aspirante cuoca che non ha superato i Live cooking e che il giovane aveva accompagnato davanti ai giudici il giorno delle selezioni: Locatelli gli ha chiesto se l’avesse rivista e lui ha spiegato che la donna era sì venuta a Milano, ma non si erano visti perché si trovava già dentro MasterChef. Lo Chef ha insistito domandandogli se gli piacesse qualcuna delle ragazze e lui ha risposto: “Sto facendo il maiale”, riferendosi però alla pietanza da preparare. Le risate non sono mancante, anche se Nicolò ha chiarito di essere un “romantico” in realtà.

A vincere la sfida è stata Eleonora, che non solo si è aggiudicata la Golden Pin, ma ha potuto decidere cosa cucinare tra prodotti tipici del Tirreno e ingredienti provenienti dall’Adriatico. La donna ha optato per la costiera tirrenica, portando con sé alcuni suoi compagni di avventura e assegnando agli altri l’altro tipo di piatto. Tra piccoli momenti di sconforto (Kassandra) e scelte poco azzeccate, ha trionfato all’Invention test Antonio, pronto a guidare la sua brigata in esterna. A lasciare il programma è stata invece Chù, la quale si è detta orgogliosa di quanto fatto sino a quel momento. Alice invece non ha voluto utilizzate la sua unica possibilità di salvezza, nonostante il piatto fosse completamente sbagliato, ed è finita direttamente al Pressure test.

Durante l’esterna a Messina, la prima dell’edizione, abbiamo visto scontri accesi tra concorrenti. D’altronde in quei momenti la tensione è tanta e alzare i toni è normale, anche se le parolacce andrebbero evitate a priori. Ad ogni modo ciò che ha creato scompiglio nella brigata blu capitanata da Lorenzo, durante la preparazione delle braciole, è il fatto che, secondo Michela, quest’ultimo non sarebbe in grado di prendere in mano la situazione quando necessario, il che ha portato a un dibattito verbale ripreso anche dopo l’esterna vinta dalla brigata rossa, nonostante gli “involtini” un po’ crudi.

Il Pressure test

Prima di cominciare il Pressure test e dopo il salvataggio in extremis di Alice grazie alla Golden Pin, i giudici hanno chiesto ai diretti interessati quale fosse, secondo il loro punto di vista, il motivo della sconfitta. Tutti hanno incolpato Michela, perché “ha messo tanta tensione nel gruppo”. A dirlo è stato Lorenzo, il capitano della brigata blu, costretto a subire la risposta fredda della 50enne: “Quando vedi che qualcosa non va, devi dire di cambiare mansioni. Mi hai passato la patata bollente, ma io ho tenuto sempre la testa bassa e l’ho alzata solo quando ho visto che non avevi le pal*e di dire niente“. Ricordiamo che durante l’esterna, Michela se l’era presa anche con Beatrice perché le aveva detto di chiamarla una volta finito il suo compito invece di aiutarla, reagendo pure con grande immaturità in un secondo momento: “Gni, gni, gni”, un verso che ha suscitato la risposta perplessa (e comprensibile) della 20enne: “Non ho parole. Ha 30 anni più di me“. Tra l’altro, lo stesso Lorenzo ha affermato: “Io e Beatrice abbiamo gestito persone di 40, 50 anni con crisi d’identità”. Insomma, per essere la prima avventura fuori porta non è andata malissimo…

Dopodiché è arrivato il momento del Pressure test, diviso in due prove: la prima era quella di indovinare a turno gli ingredienti all’interno di varie tipologie di pasta ripiena. La decisione di Valeria – scegliere un tortello di cui non sapeva nulla per trovarsi a “lottare” contro i più deboli nella seconda parte della sfida, salvando i più forti, ha fatto arrabbiare Fiorenza, che in quel momento rischiava di uscire a causa di un’altra persona. In effetti ciò ha portato alla sua eliminazione definitiva, dopo aver presentato una pasta ripiena “inventata” (ma nemmeno tanto) inaccettabile per i giudici.

 

Tagged in:

Sky Uno