A vincere la gara degli ascolti tv di ieri – mercoledì 20 luglio 2022 – è lo speciale Tg1 Crisi di governo, che ha sostituito all’ultimo minuto la puntata prevista di SuperQuark. Il programma di approfondimento politico della prima rete ha coinvolto 1.35 milioni di utenti ottenendo uno share medio del 12.9%. Serata da dimenticare per Canale 5: la fiction La strada del silenzio fa peggio del già mediocre debutto della settimana scorsa e conquista poco più di 1 milione di spettatori nella seconda puntata.

L’ammiraglia Mediaset è fatto peggio persino di Italia Uno, dove gli episodi inediti di Chicago Fire hanno raccolto 1.2 milioni di persone (9.4%). Va in doppia cifra di share (10.6%) anche il film La Belle Epoque, seguito su Rai 3 da oltre 1.5 milioni di spettatori. Da segnalare anche il ragguardevole risultato del talk In Onda su La7 che, trascinato dalla stringente attualità della crisi politica, è stato seguito da 1.2 milioni di persone e share all’8%. Bene anche Caterina Balivo su Tv8: Chi vuole sposare mia mamma? ha conquistato 472mila utenti, sette giorni fa 356mila.

Ascolti tv (ieri 20 luglio): i dati canale per canale

Ecco tutti i dati relativi al prime time dei principali canali tv della serata di:

  • Rai Uno – Tg1 Speciale – Crisi di Governo: 1.356.000 spettatori, il 12.9% di share;
  • Canale Cinque – La Strada del Silenzio: 1.044.000spettatori, 9.2% di share;
  • Rai Due – Un’estate in Provenza: 998.000 spettatori, 7.1% di share.
  • Italia Uno – Chicago Fire: 1.234.000 spettatori, 9.4% di share;
  • Rai Tre – La Belle Epoque: 1.521.000 spettatori, 10.6% di share;
  • Rete Quattro – Controcorrente – Prima serata: 787.000 spettatori, 6.6% di share;
  • La7 – In Onda: 1.194.000 spettatori, 8% di share;
  • TV8 – Chi vuole sposare mia mamma?: 472.000 spettatori, 3.3% di share;
  • Nove – Reazione a catena: 467.000 spettatori, 3.4% di share.