Il terzo Festival di Sanremo di Amadeus è stato un successone, di pubblico con ascolti ancora una volta record, ma anche di critica, per la scelta delle canzoni e delle sue compagne di viaggio nelle 5 serate sull’Ariston. C’è chi però trova il pelo nell’uovo. Paolo Bonolis ha avuto da ridire su questo successone, almeno lo ha fatto indirettamente con alcune dichiarazione che fanno riflettere e che aprono di certo un dibattito.

Bonolis su Sanremo 2022: “Ai miei Festival era diverso”

Paolo Bonolis è stato ospite di “Facciamo finta che”, il programma di Maurizio Costanzo e Carlotta Quadri in onda in radio su R101. Il popolare conduttore tornato di recente in tv su Canale 5 con il suo game show Avanti un altro! Pure di sera la domenica in prime time, ha risposto così alla domanda di Costanzo: “Che memoria hai dei tuoi Sanremo?”

“Piacevolissimi. Erano Sanremo nei quali bisognava darci dentro per organizzarli, per creare qualcosa di veramente nuovo, spettacolare, perché avevamo contro tutto. Nel 2005 e nel 2009 avevamo contro la guerra civile perché tutti i programmi migliori di Mediaset erano accesi. Poi la cosa è cambiata, sono contento per loro perché la strada è più semplice, però bisogna impegnarsi meno ora a farlo. Ora non c’è proprio programmazione contro e quindi diventa un po’ più facile, per quanto poi la cosa devi farla bene, hanno saputo farla bene tutti, ci mancherebbe altro, però non c’è più quella tigna che ci vuole per trovare qualcosa che possa sconfiggere anche le velleità dell’avversario”.

Gli ascolti record del Festival di Sanremo 2022 di Amadeus

I dati Auditel elaborati dallo Studio Frasi indicano che la 72esima edizione del Festival di Sanremo chiude con ascolti medi delle cinque serate superiori agli 11 milioni di spettatori e una quota d’ascolto media del 58% con la serata finale sopra il 66 per cento.

Video Sanremo 2022: Morandi canta con Jovanotti

Tagged in:

Canale 5, Rai 1