Con i nuovi palinsesti Mediaset 2023-2024, è chiaro che nell’azienda del Biscione sia cambiato qualcosa. Dopo l’addio a Barbara d’Urso e la propensione verso programmi meno trash, Pier Silvio Berlusconi ha le idee ben chiare. Lo ha dimostrato anche in questi giorni perché pare che l’amministratore delegato di Mediaset abbia ricevuto sulla sua scrivania la prima lista di nomi proposta dagli autori del Grande Fratello (disponibile anche in streaming su Mediaset Infinity). Risultato? Bocciata categoricamente. Vediamo insieme il perché.

Pier Silvio boccia la prima lista di concorrenti

Pier Silvio Berlusconi ha spesso espresso la volontà di dare alle su trasmissioni un’impronta più giornalistica e di informazione. Situazione diversa per i reality che ritiene “un pezzo della tv commerciale”. È di qualche ora fa la notizia secondo cui l’ad avrebbe bocciato in modo categorico la prima lista di concorrenti proposta dagli autori del Grande Fratello perché considerata troppo trash.

I nomi dei vip bocciati

Ma chi sono i vip che sarebbero stati bocciati? Stando a quanto riporta Il Fatto Quotidiano, i nomi che avrebbero ricevuto il “no grazie” di Pier Silvio sarebbero quelli di Justine Mattera, Antonio Razzi, Carmen Di Pietro e il figlio Alessandro Iannoni. Tutto da rifare, dunque, per gli autori e per Alfonso Signorini (il conduttore è stato riconfermato) e per i quali si prospetta un’estate piuttosto calda.

Il Biscione dice “no” al trash: ecco cosa pensa

Durante la presentazione dei nuovi palinsesti Mediaset 2023-2024, Pier Silvio ha espresso apertamente ciò che pensa sui reality e sull’idea di allontanarli da quell’impronta “inaccettabile” del trash:

Io penso che i reality siano un pezzo della tv commerciale. Ci sono limiti che non vanno superati. Tatuaggi, parolacce, scollature. Non era quello. Ci sono limiti che hanno a che fare con sensibilità e rispetto dei singoli. Ho visto una puntata e così non va bene: non è singolo episodio, dipende da come viene rappresentata una cosa e il contesto. Vorrei che gli autori si sforzassero di lavorare per raccontare storie senza eccessi. La colpa è sempre di chi fa il prodotto. Ci siamo distratti, la colpa è stata nostra.

In riferimento alla famosa puntata (in cui si superarono certi limiti e che portò Signorini a richiamare all’ordine i concorrenti) della scorsa stagione che lo fece infuriare e non poco, le cui conseguenze non sono tardate ad arrivare.

Alfonso Signorini, conduttore del Grande Fratello

Alfonso Signorini, conduttore del Grande Fratello