L’ennesima inchiesta di Selvaggia Lucarelli ha scoperchiato un altro vaso di Pandora. Che stavolta riguarda Morgan. L’eccentrico cantante e musicista è al centro di una vicenda e di un processo per stalking e revenge porn nei confronti dell’ex compagna Angelica Schiatti. Un iter giudiziario, racconta la donna, anche lei cantante, che dura oramai da diversi anni e che giace nelle carte di tribunale da 4 anni.

Una storia che ha suscitato tantissime reazioni, prima fra tutte quella dell’attuale compagno di Angelica, Calcutta, mentre la Rai ha preso immediatamente le distanza da Morgan e il mondo della musica si è schierato all’unisono al fianco della Schiatti.

Morgan denunciato per stalking da Angelica Schiatti: processo fermo

Selvaggia Lucarelli racconta oggi sul Fatto Quotidiano la storia del processo per stalking e diffamazione in cui è imputato Marco Castoldi in arte Morgan. A denunciarlo è stata Angelica Schiatti, nata a Monza nel 1989 e voce dell’indie pop. L’udienza preliminare è stata celebrata il 10 ottobre del 2023. Da quel momento il processo è praticamente fermo.

“Grazie di cuore per la solidarietà e l’affetto che sto ricevendo da molti di voi. Sono stata in silenzio quattro anni e continuerò a restarci (tanto sono i fatti che parlano per me) sperando che la giustizia possa fare il suo corso in tempi umani. Mi sono sentita e mi sento molto sola e abbandonata dalle istituzioni. Questa mia è la condizione di una donna che trova il coraggio per denunciare in Italia, che cerca di difendersi e di tutelare la propria dignità e che non dovrebbe MAI essere lasciata sola”. Così in un post sui social la cantante Angelica Schiatti. Il post è stato ripreso anche da Calcutta, suo attuale compagno.

Morgan vs Angelica Schiatti, Calcutta contro la Warner

Sulla vicenda interviene anche il cantante Calcutta, nonché attuale fidanzato di Angelica Schiatti, e conferma quanto emerso in queste ore. «Odio parlare della mia vita privata, ma adesso mi tocca. Oggi sono usciti diversi articoli che parlano di quello che ha dovuto subire la mia ragazza in questi 4 anni», premette l’artista. «Vi assicuro che i fatti atroci riportati sono solo una piccola parte di quelli accaduti e hanno modificato la nostra vita più di quanto si possa immaginare. La cronaca, purtroppo, parla troppo spesso di vicende simili che finiscono nel peggiore dei modi», prosegue. Poi, senza alcuna remora, va all’attacco di un’etichetta discografica che ha fatto da ombrello sia a Calcutta che Morgan. «Warner music Italia, che non posso taggare perché è già nella lista account bloccati, ha deciso di offrire un contratto a questo persecutore (Morgan, ndr), nonostante fosse a conoscenza dei fatti». Per questo, Calcutta annuncia l’interruzione di ogni rapporto e contratto di lavoro con questa casa discografica. «Le canzoni che scrivo non saranno più disponibili per gli/le interpreti del loro roster, e tutti i suoi dipendenti non sono più i benvenuti ai miei concerti. Non sarà un piacere neanche incontrarli per strada. Chi si comporta così, restando in silenzio, ai miei occhi è complice», conclude.

Warner Music interrompe il contratto in corso con Morgan

Warner Music Italy, alla luce dei contenuti e dei messaggi emersi e riportati dalla stampa italiana in data odierna, in particolare dal Fatto Quotidiano, “dà mandato ai propri legali per interrompere il rapporto contrattuale in corso con l’artista Morgan lasciando che la questione sia dibattuta nelle giuste sedi”. Lo rende noto in una nota.

La Rai prende le distanza da Morgan

“In riferimento alle polemiche sulla vicenda giudiziaria che coinvolge Morgan, Rai precisa che al momento non ha in essere alcun contratto con l’artista. Era stato annunciato un progetto che non è stato perfezionato. Anche in considerazione di questo, non era prevista la sua presenza alla presentazione dei Palinsesti il prossimo 19 luglio a Napoli”.

La solidarietà di Elodie, Levante, Emma, Michielin

Dopo il post e le chat condivise questa mattina da Angelica Schiatti, in cui sono testimoniate minacce e pesanti ingiurie nei suoi confronti da parte di Morgan, molte figure di spicco del mondo musicale hanno preso posizione in questa inquietante storia: Elodie, Levante, Emma, Michielin e tanti altri.