Dopo qualche giorno di assenza sui social, Martina Colombari è ricomparsa su Instagram per informare i fan di essere stata appena sottoposta a un intervento chirurgico d’urgenza. Nelle storie del suo profilo ufficiale, l’ex Miss Italia 1991 è apparsa in un letto di ospedale da cui ha dato notizia del malore che l’ha colpita e che l’ha costretta a un ricovero improvviso: “Buongiorno, se sono sparita in questi giorni è perché sono stata in ospedale, oggi mi dimettono per fortuna. – ha spiegato l’attrice – Ho avuto un intervento d’urgenza all’addome. Un po’ un patatrack in peritonite, sono stata ricoverata all’ospedale Ceccarini a Riccione”.

Martina Colombari in ospedale (storie Instagram @martycolombari)

Martina Colombari in ospedale (storie Instagram @martycolombari)

Martina Colombari operata d’urgenza: “Un po’ un patatrack in peritonite”

Martina Colombari, da sempre molto attiva sui social, ha fatto preoccupare i suoi follower per essere stata assente per alcuni giorni di fila. Il motivo, però, lo ha spiegato la stessa ex Miss Italia rompendo il silenzio nelle sue storie Instagram questa mattina, lunedì 5 febbraio. “Buongiorno, se sono sparita in questi giorni è perché sono stata in ospedale, oggi mi dimettono per fortuna. Ho avuto un intervento d’urgenza all’addome – ha rivelato Colombari nel video dal letto della clinica – Un po’ un patatrac in peritonite, sono stata ricoverata all’ospedale Ceccarini a Riccione. Ero qui a trovare i miei genitori, sono stati tutti magnifici, tutto lo staff del dottor Lucchi, le oss e le infermiere. Mi hanno curata e mi hanno salvata. Adesso pian piano mi riprenderò”.

L’attrice è stata quindi operata per una peritonite, un’infiammazione del peritoneo, la membrana sierosa sottile e trasparente che riveste la cavità addominale e numerosi organi al suo interno. Ora l’ex volto di Carabinieri potrà tornare a casa, dove sicuramente ad accoglierla e sostenerla, nel periodo di convalescenza che dovrà affrontare, troverà i suoi cari e suo figlio Achille, con cui aveva partecipato a Pechino Express nel 2o23.