Una grande amicizia. Suggellata per l’ennesima volta da una foto, insieme, appunto come due vecchi amici. Da una parte Papa Francesco, dall’altra Lino Banfi. I due si sono rincontrati nuovamente oggi e l’attore non ha mancato di postare la fotografia in un post sui social.

Lino Banfi, l’incontro con Papa Francesco

A dare conto dell’incontro con Papa Francesco, come detto, lo stesso Lino Banfi nel post su Facebook con tanto di battuta alla nonno Libero: “Oggi sono stato dal Santo Padre con Fabio Marchese Ragona, coautore della sua autobiografia: “Papa Francesco – Life – La mia storia nella storia”. Papa Francesco l’ho trovato in gran forma e si è molto divertito nella lunga chiacchierata che abbiamo fatto. È un libro molto bello, a tratti divertente,e svela il lato umano del Pontefice. Lo consiglio a tutti , anche perché…una parola è troppa e due sono poche!”

L’amicizia di Papa Francesco con Lino Banfi: due vecchi amici

Lino Banfi e Papa Francesco sono accomunati dalla data di nascita, sono nati lo stesso anno, il 1936. Oltre qualche sporadico incontro in occasioni di alcune cerimonie in Vaticano, lo scorso 23 febbraio Bergoglio aveva inviato a Banfi una lettera di condoglianze per la scomparsa della moglie Lucia, poi letta durante i funerali.

In una recente intervista al Corriere della Sera, Banfi ha raccontato di essere andato a trovare il Pontefice già “sette volte”, con oggi dovrebbero essere almeno 8. “La prima volta gli dissi: voglio diventare il giullare del Papa. Quando lei è incavoleto, mi chiama, e io la faccio sorridere”.

La lettera di Papa Francesco per la morte della moglie di Lino Banfi

Lo scorso 22 febbraio è trascorso un anno esatto dalla morte di Lucia Zagaria, l’amata moglie di Lino Banfi che tanto ha sofferto in quei giorni. Papa Francesco per l’occasione scrisse questa lettera all’attore:

“Caro fratello mio, nell’apprendere la notizia della scomparsa di Lucia, porgo a te e alla tua famiglia le mie condoglianze, assicurando la preghiera in suffragio della sua anima. La fede in Cristo nostra speranza ti sostenga nel vivere questo momento di dolore. I nonni sanno essere forti anche nella sofferenza e tu sei il nonno di una nazione intera. Raccogli l’eredità di fede e di bontà di tua moglie Lucia, continuando a testimoniare la bellezza del vincolo d’amore che vi ha tenuti uniti e la bellezza incomparabile della famiglia. Ti esprimo il mio affetto e, invocando la protezione della Santa Vergine, di cuore benedico te e quanti piangono la scomparsa di Lucia. Fraternamente Francesco”.