Nel dibattito relativo allo spazio televisivo da riservare ai portatori di teorie no-vax interviene anche Enrico Mentana, direttore del Tg La7. In un post pubblicato sul suo seguitissimo profilo Facebook, il giornalista milanese ha infatti spiegato i motivi che da tempo lo spingono a non ospitare nel suo telegiornale esponenti del movimento che si oppone al vaccino come arma fondamentale per combattere l’epidemia di covid-19. Una linea editoriale dovuta – a suo dire – alla antiscientificità e alla pericolosità sociale delle tesi portate avanti da questi personaggi.

Enrico Mentana - Ha scelto di non dare spazio ai no vax nel TG La7

Enrico Mentana – Ha scelto di non dare spazio ai no vax nel TG La7

Il post di Enrico Mentana contro i no-vax

Mentana ha replicato col suo post a chi lo accusava nei giorni scorsi di censurare le opinioni del mondo no-vax, ossia di coloro che da tempo si oppongono alla scelta del governo italiano di puntare sulla vaccinazione di massa per arginare l’epidemia che da quasi due anni sta mettendo in ginocchio il mondo intero. Sulla sua pagina Facebook si legge:

“Mi onoro di non aver mai ospitato nel tg che dirigo nessun esponente dei no vax. A chi mi dice che così impongo una dittatura informativa, o una censura alle opinioni scomode, rispondo che adotto la stessa linea rispetto ai negazionisti dell’Olocausto, ai cospirazionisti dell’11 settembre, ai terrapiattisti, a chi non crede allo sbarco sulla luna e a chiunque sostiene posizioni controfattuali, come sono quelle di chi associa i vaccini al 5G o alla sostituzione etnica, al Grande Reset, a Soros e Gates o scempiaggini varie. Per me mettere a confronto uno scienziato e uno stregone, sul Covid come su qualsiasi altra materia che riguardi la salute collettiva, non è informazione, come allestire un faccia a faccia tra chi lotta contro la mafia e chi dice che non esiste, tra chi è per la parità tra uomo e donna e chi è contro, tra chi vuole la democrazia e chi sostiene la dittatura”

Le reazioni del web – Chi applaude Mentana

Il post di Enrico Mentana ha inevitabilmente scatenato le reazioni del web, con tantissimi commenti arrivati a sostegno della presa di posizione del direttore del TG La7. C’è chi scrive: “Bravo Mentana.. Come giornalista sempre un passo avanti agli altri.. Un onore seguirti”, oppure: “Sono assolutamente d’accordo con lei. Ed è questo orientamento che ho sempre apprezzato nei suoi tg”, o anche: Non esiste l’opinione su un tema scientifico. Esistono prove, studi, numeri e interpretazione degli stessi. È giusto non permettere di divulgare nefandezze o pensieri personali su un qualcosa di oggettivo come la scienza, quindi Mentana fa bene!”. Qualcuno concorda col giornalista, ma aggiunge ironico: “Chicco se la censura la adotti anche con i politici di oggi ti facciamo Presidente della Repubblica”. Un altro utente invece ne approfitta per criticare un’altra trasmissione di La7, Otto e Mezzo, che invece spesso e volentieri ospita personaggi dichiaratamente no-vax: “Direttore potrebbe suggerirlo anche alla Gruber…. ieri sera proprio Cacciari ha toccato il fondo”.

E chi lo accusa di censura

Tra la pioggia di applausi all’indirizzo di Mentana, però, si scorgono anche diverse voci di dissenso che hanno contribuito ad infiammare gli animi nei commenti al post: “Viva il pensiero unico” è il commento sarcastico di un utente. Qualcuno obietta: “Insomma, o è bianco o è nero! Per lei il grigio non esiste”. Un altro commentatore del web aggiunge: “E’ vero lei ospita sempre e soltanto i soliti, quasi tutti di sinistra, figuriamoci un novax”. E infine: “Non si deve mettere a confronto uno scienziato con uno stregone ma uno scienziato con un’altro scienziato che magari ha qualcos’altro da dire come Montagner”.

Tagged in:

Social