Il dio del Tuono della Marvel torna con il terzo capitolo, Thor: Ragnarok, domenica 22 gennaio alle 21.30 su Canale 5. Sequel di Thor: The Dark World, il film gira attorno alla lotta tra Thor e la spietata sorella Hela. Quest’ultima, dopo aver distrutto il martello del fratello, vuole a tutti i costi annientare Asgard e sottomettere i Nove Regni. Il dio del Tuono deve dare prova di grande coraggio e cercare di fermare la catastrofe senza l’uso della sua arma segreta.

Curiosità e colpi di scena: come Thor perde l’occhio

Non potrebbe essere un film della Marvel senza colpi di scena unici. Nel combattimento contro Hela, Thor perde un occhio. Un colpo davvero basso se non fosse che proprio in quel momento ha una visione di Odino che gli permette di scovare l’unico modo per sconfiggere Hela. Per farlo il dio del Tuono deve scatenare Ragnarok e distruggere Asgard da cui la sorella trae tutto il suo potere. Thor non è condannato a vivere il resto della sua vita da dio senza più riacquistare la vista da una parte. Riesce infatti a recuperare un occhio cibernetico grazie all’aiuto di Rocket in Avengers: Infinity War. Nel colossal diretto da Anthony e Joe Russo, il procione spaziale va in soccorso del dio del Tuono donandogli un occhio cibernetico.

Chi è Hela, la Dea della Morte

A vestire i panni della Dea della Morte e acerrima nemica di Thor è Cate Blanchette. Il premio Oscar per prepararsi al ruolo ha studiato capoeira e si è preparata a lungo con la stunwoman Zoe Bell. L’attrice ha inoltre confessato di aver accettato la parte per accontentare i suoi figli, grandi fan dei film della Marvel. Hela è la primogenita di Odino e malvagia sorella maggiore di Thor che dopo la morte del padre viene liberata da oltre mille anni di prigionia. Una volta arrivata ad Asgard non perde tempo e distrugge il magico martello del fratello e si proclama nuova regina con l’obiettivo di usare il Bifrost per conquistare gli altri mondi. A ostacolare le sue mire espansionistiche ci pensa il fratello che, anche senza la sua arma segreta e con un occhio in meno, riesce a piegarla e sconfiggerla.

Thor Ragnarok, dove si colloca e ambientazione

Il film è ambientato quasi totalmente nel cosmo, un luogo difficile ma non impossibile da ricreare. Le riprese, infatti, sono state girate per la maggior parte nel Village Roadshow Studios di Oxenford, nel Queensland (Australia). Per l’occasione sono stati costruiti ben trentasei enormi set che hanno impiegato la forza di centinaia di lavoratori che sono riusciti a ricreare e dare vita al pianeta Sakkar. Il Village Roadshow Studios non è l’unico luogo delle riprese: le foreste di Asgard, per esempio, si trovano nel Mount Tamborine mentre il set delle Cedar Creek Falls nel Queensland sud-orientale.

Thor Ragnarok: trama e finale

Come finisce il terzo capitolo della Marvel dedicato al dio del Tuono? Anche in questo caso a trionfare sono i buoni sui cattivi. Thor incarica Loki di recuperare la corona di Surtur per immergerla nella Fiamma Eterna. Dopo la rinascita di Surtur e la distruzione di Asgard, Hela muore mentre Thor e i cittadini di Asgard fuggono a bordo dell’astronave. Il dio del Tuono viene incoronato re di Asgard e decide di portare tutti i suoi sudditi al riparo sulla Terra. Il film si conclude sulle parole di Thor e Loki che parlano tranquillamente del loro rapporto, ma a interrompere la conversazione c’è una gigantesca nave sconosciuta che si ferma davanti al piccolo vascello di Asgard. Si tratta della nave di Thanos, il villain per eccellenza dei fumetti e del Cinematic Universe.

Thor Ragnarok, trailer e dove vederlo in streaming

Oltre a Canale 5, è possibile vedere Thor:Ragnarok anche in streaming su Mediaset Infinity. In seguito, il trailer ufficiale in italiano.

Tagged in:

Canale 5