Il mitico Mandrake torna a colpire 26 anni dopo la mitica tris Soldatino-King-D’Artagnan. Stavolta la sua spalla non è il Pomata ma una nuova coppia di amici: il Micione e l’ingegnere. Sono i tre protagonisti del film stasera in tv: Febbre da cavallo – La mandrakata (2002), sequel della fortunatissima commedia Febbre da cavallo (1976) da molti considerata una delle pellicole più rappresentative di quell’epoca del cinema italiano.

Dove vedere il film stasera in tv e in streaming

Il film Febbre da cavallo – La mandrakata sarà trasmesso stasera in tv alle 21.00 da Cine34 e sarà visibile anche in streaming grazie al servizio offerto da Mediasetplay.

Febbre da cavallo – La mandrakata: la trama

Ventisei dopo la prima avventura, il mitico Bruno Fioretti – in arte Mandrake – non è cambiato di una virgola. Sebbene abbia promesso alla sua nuova fidanzata di aver chiuso con le scommesse ippiche in realtà continua a pensare solo ai cavalli e alla prossima puntata da piazzare. I suoi amici però sono cambiati: al posto del socio storico Pomata ci sono il Micione e l’Ingegnere, due perdigiorno che con lui condividono la sconfinata passione per le corse dei cavalli e la tendenza a sbagliare tutti i pronostici. Un giorno, però, Bruno scopre l’esistenza di un vero e proprio brocco, “Come va va”, esteticamente uguale al campione “Pokemon”. Insieme ai suoi compari quindi decide di scambiarli per mettere in atto la “stangata” perfetta: una vera “mandrakata” che però non avrà l’esito da loro sperato…

Febbre da cavallo – La mandrakata: il cast

Il protagonista Bruno Ferretti ha il volto e il talento attoriale di Gigi Proietti, uno dei principali interpreti della commedia italiana del XX secolo che, oltre che nell’originale Febbre da cavallo, ha brillato in altri cult del cinema nostrano come Casotto, Di padre in figlio e Pinocchio. Marco (il Micione) è Rodolfo Laganà (Occhio alla perestrojka, Tutti al mare), mentre L’ingegnere è Andrea Ascolese (Tandem, Un amore perfetto). Completano il cast Nancy Brilly (nei panni di Aurelia), Stefano Ambrogi (Nino), Emanuela Grimalda (Lauretta) e Carlo Buccirosso (Un’estate ai Caraibi, Un paese quasi perfetto) nei panni di Antonio Faiella. Nel film c’è anche una piccola parte di Pomata, indimenticabile protagonista del primo Febbre da cavallo, interpretato da Enrico Montesano (Aragosta a colazione, I due carabinieri, Grandi magazzini).

Curiosità

Seppur non raggiungendo i livelli di popolarità del primo film, il sequel diretto da Carlo Vanzina ha comunque ottenuto una buona accoglienza dal pubblico. Al botteghino ha incassato quasi 15 milioni di euro.

Il cameo di Enrico Montesano nella parte di Pomata inizialmente non era prevista nella sceneggiatura. I fratelli Vanzina avevano infatti deciso di escludere quel personaggio dal film per puntare tutti i riflettori della storia sul protagonista Mandrake.

Tagged in:

Cine34