Il terzo capitolo della celebre saga di Don Camillo, Don Camillo e l’onorevole Peppone, va in onda stasera in tv (14 maggio) su Rete 4 a partire dalle 21.25. Il film, che è disponibile anche in diretta streaming sul sito di Mediaset Infinity, alla stessa ora, segna il debutto alla regia di un lungometraggio di questa saga di Carmine Gallone che successivamente dirigerà anche il quarto episodio. I due film di esordio, infatti, erano invece stati diretti da Julien Duvivier.

Don Camillo e l'onorevole Peppone stasera in tv su Rete 4

Don Camillo e l’onorevole Peppone stasera in tv (14 maggio) su Rete 4

La trama di Don Camillo e l’onorevole Peppone

Il racconto si snoda nella Brescello del dopo guerra. Siamo infatti nel 1948 e nella piazza principale del paese viene costruito un monumento alla Pace. Intanto siamo alla vigilia delle elezioni politiche e il sindaco di Brescello, il comunista Peppone, decide di candidarsi come deputato alla Camera. Don Camillo non prende bene la notizia, ma scopre che l’amico/nemico Peppone per potersi candidare deve prima superare l’esame di quinta elementare. Grazie all’aiuto del parroco il sindaco riesce a passare. Poco dopo, una disputa tra un contadino e un mezzadro vedrà Don Camillo e Peppone parteggiare per l’uno e per l’altro dando il via a un altro scontro politico tra i due protagonisti: al centro della disputa si scopre che il partito comunista aveva nascosto un carro armato nel fienile del podere e Peppone vuole evitare che venga scoperto. Con l’aiuto del prete, nonostante qualche scaramuccia, i due riescono a farla franca liberandosi del mezzo in piena campagna. Un memorabile discorso elettorale colmo di patriottismo, incitato dal suono de La Canzone del Piave, permetterà a Peppone di convincere gli elettori a votarlo, riuscendo a conquistare un seggio alla Camera.

Don Camillo e l'onorevole Peppone - Dove vederlo in streaming

Don Camillo e l’onorevole Peppone – Dove vederlo in streaming

Curiosità e trailer del film stasera in tv (14 maggio)

Il film vede come protagonisti il collaudato duo composto da Gino Cervi (Il compagno Don Camillo) e Fernandel. Per la sceneggiatura, le fonti di ispirazione provengono da alcuni racconti originali di Guareschi, seppur nel plot ci siano molte scene ideate dal regista. Girato nella Bassa Padana, alcune scene sono però state registrate proprio a Brescello. Il carro armato utilizzato nel film è un mezzo dell’esercito statunitense: quello ora esposto nei pressi del Museo dedicato a Don Camillo e Peppone è invece un altro modello che non centra nulla con questo lungometraggio.

Tagged in:

Rete 4