Le origini dei Focolarini in Chiara Lubich – L’amore vince tutto (3 gennaio), stasera in tv su Rai 1 dalle 21:25 circa, ed in diretta streaming sul sito gratuito RaiPlay. Il film per la televisione è dedicato al centenario della nascita di Chiara Lubich, fondatrice del movimento dei Focolarini, vissuta durante il secondo conflitto bellico mondiale dalle cui tragiche conseguenze trasse lo spunto per portare avanti il suo impegno sociale. Il tv movie racconta le gesta di questa donna dolcissima, capace di comunicare superando limiti religiosi e razziali, animata dal desiderio di invogliare al bene ed alla solidarietà. Un ritratto approfondito e ben tratteggiato grazie al quale immergersi in una particolare pagina di storia del nostro Paese.

Chiara Lubich – L’amore vince tutto (3 gennaio): la trama

La giovanissima Silvia vive a Trento e, per pagarsi gli studi universitari di filosofia, lavora come insegnante in una scuola elementare. Compiuti 23 anni, la giovane donna fa voto perpetuo di castità ed avvia la propria esistenza impostata sui dettami del Vangelo, applicando gli insegnamenti cristiani ad ogni suo pensiero e gesto. Il periodo in cui vive la sua giovinezza è quello della seconda guerra mondiale e la sua città si presenta distrutta dai bombardamenti ed in ogni angolo c’è dolore e miseria. L’armistizio dell’8 settembre segna un’ulteriore ferita per quella popolazione: tutti scappano, mentre Silvia resta in città con le sue compagne del primo focolare, con le quali si dedica all’assistenza dei feriti e dei bisognosi. Le giovani, tutte poco più che ventenni, vivono insieme legate dall’amore per la fede cristiana e per il rispetto dei suoi dogmi, hanno consacrato la propria vita a Cristo ma non sono suore e non sono guidate da una figura religiosa. Silvia sceglie anche di cambiare il suo nome in Chiara per suggellare l’impegno con il Signore in una nuova vita dedicata ai suoi insegnamenti. È l’inizio di un’esistenza profondamente trasformata e definitivamente dedicata al Movimento dei Focolari.

Curiosità, cast e trailer del film

Chiara Lubich – L’amore vince tutto è il film per la tv diretto da Giacomo Campiotti, dedicato alla figura di Chiara Lubich che ispirandosi ed interpretando il Vangelo ha vissuto dando vita all’incredibile Movimento dei Focolarini. La coproduzione Rai Fiction ed Eliseo Multimedia celebra, nel centenario della sua nascita, la donna ricordata per i suoi atti coraggiosi, tra quelli dei quali è stata protagonista si ricorda che fu la prima cristiana, nonché donna bianca, ad entrare nella moschea di New York ad Harlem e parlare ai presenti. Gesto che replicò anche a Tokyo dove incontrò e parlo ad oltre 10 mila buddisti. Interprete della protagonista è l’attrice Cristiana Capotondi (Nome di donna, Notte prima degli esami), affiancata da Aurora Ruffino (Non dirlo al mio capo 2) nel ruolo di Ines, Miriam Cappa in quello di Giosy, Greta Ferro in quello di Graziella. Eugenio Franceschini (Una famiglia perfetta, Nero a metà 2) è Gino, Valentina Ghelfi è Natalia e Sofia Panizzi è Dori. A Roberto Citran è affidata l’interpretazione di Vittorio Sartori, il gerarca fascista, mentre Paolo Graziosi interpreta il Cardinale ed Andrea Tidona (L’uomo che sognava con le aquile, Il giovane Montalbano) il Vescovo De Ferrari. Don Achille ha il volto di Maurizio Fanin e Federico Vanni interpreta Padre Casimiro.

Tagged in:

Rai 1