Un film d’azione, di guerra e di sangue, ma soprattutto la tutt’altro che velata denuncia di un’amministrazione politica scellerata: c’è questo e molto altro in 13 Hours, la pellicola in onda questa sera con il racconto dei fatti realmente accaduti l’11 settembre 2012 a Bengasi, in Libia. Sono le nuove pagine di storia scritte da un popolo che, morto Gheddafi, è alla ricerca del proprio domani e combatte contro il signore degli invasori – l’America – arbitrariamente assurta al compito di custode e guardiana del mondo intero. Il film racconta le dinamiche di un assedio spettacolare nel suo svolgimento, epilogo di un capitolo di storia contemporanea che il regista americano Michael Bay racconta senza timore di sbilanciarsi in una critica politica contro il disinteresse del Governo per le forze armate dislocate all’estero e contro l’egemonia burocratica.

13 Hours (5 aprile): tv e streaming

Appuntamento con la storia vera del film 13 Hours (5 aprile) stasera in tv su Canale 20, dalle 21:05 circa, ed in diretta streaming sul portale Mediaset Play. Sulla piattaforma gratuita è possibile accedere da sito e da app, con smartphone, computer e tablet per vedere il film alla stessa ora della messa in onda televisiva.

Dominic Fumusa e John Krasinski

Dominic Fumusa e John Krasinski

Anticipazioni trama

In Libia il corpo delle Guardie di sicurezza, in appoggio alla CIA, svolge missioni in un clima da vera guerra civile. Tra di loro ci sono anche i veterani che, per diverse ragioni, hanno deciso di imbracciare nuovamente le armi e servire il proprio Paese. Veterani come Jack Silva che, trovandosi nella necessità di un guadagno extra, è tornato ad indossare la divisa ed è arrivato a Bengasi per la sua missione. Poco prima del rientro a casa, però, accade quello che in quei luoghi si teme quotidianamente, ma non si è mai pronti a sopportare: un attacco terroristico accuratamente architettato da un gruppo di militanti islamisti. È l’11 settembre 2012, anniversario del primo clamoroso attentato terroristico che colpì l’America e ferì il mondo intero. Il commando armato attacca prima l’US State Department Special Mission Compound, un avamposto diplomatico americano, e poi la vicina sede distaccata della CIA. A fronteggiare l’assalto ci sono sei guardie di sicurezza americane, addestrate e pronte al sacrificio per contenere i danni ed il loro intervento, in effetti, risulta efficace anche se negli scontri perdono la vita quattro loro connazionali, compreso l’ambasciatore americano John Christopher Stevens.

John Krasinski in una scena del film

John Krasinski in una scena del film

Curiosità e cast del film

Il film 13 Hours: The Secret Soldiers of Benghazi, conosciuto anche solo come 13 Hours, arriva al cinema nel 2016 con la regia di Michael Bay che ne è anche co-produttre insieme ad Erwin Stoff. La pellicola è la trasposizione cinematografica del libro 13 Hours del professor Mitchell Zuckoff, scritto sulla base dei reali avvenimenti dell’11 settembre 2012, con l’attacco del consolato americano a Bengasi da parte di militanti islamici. Nel 2017, il film ottiene una candidatura ai premi Oscar ed una ai Satellite Awards. Protagonisti della storia sono James Badge Dale (Fire Squad – Incubo di fuoco) nei panni di Tyrone “Rone” Woods, John Krasinski (Animal Crackers) in quelli di Jack Silva, Max Martini in quelli di Mark “Oz” Geist e Dominic Fumusa in quelli di John “Tig” Tiegen. Pablo Schreiber (Nella tana dei lupi) è Kris “Tanto” Paronto, David Denman è Dave “Boon” Benton e Toby Stephens è Glen “Bub” Doherty. Matthew Letscher interpreta l’ambasciatore Chris Stevens.

Tagged in:

20, Rete 4