Un fulmine a ciel sereno come si suol dire. Rula Jebreal ha declinato l’invito a prendere parte, come ospite, alla puntata in onda questa sera, di Propaganda Live. Il programma di Diego Bianchi in arte Zoro l’aveva regolarmente inserita in scaletta tra ospiti annunciati del nuovo appuntamento con la trasmissione di satira e approfondimento. Poi nel pomeriggio il dietrofront della giornalista internazionale. La motivazione? Ha accusato Propaganda Live di sessismo.

La giornalista internazionale Rula Jebreal

La giornalista internazionale Rula Jebreal

Rula Jebreal dice no a Propaganda Live, il perchè

La giornalista, che lo scorso anno era stata protagonista sul palco del Festival di Sanremo proprio con un monologo contro il maschilismo, era presente tra gli ospiti della puntata di venerdì 14 maggio ed era stata regolarmente annunciata dai social della trasmissione di La7. Tutto tranquillo finchè nel pomeriggio la stessa Jebreal su Twitter scrive: “7 ospiti… solo una donna. Come mai?? Con rammarico devo declinare l’invito, come scelta professionale non partecipo a nessun evento che non implementa la parità e l’inclusione“. Poi riprendendo la notizia ribattuta dai vari siti di informazione, lancia un altro tweet:

Le mie parole al festival di Sanremo e il mio impegno per la parità e l’inclusione sono principi morali che guidano la mia vita. Non sono solo parole, sono scelte! La sottorappresentazione femminile nei media italiani è parte centrale del problema.

La reazione di La7 al rifiuto della Jebreal

Nessun messaggio sui canali di Propaganda Live, a rispondere alla Jebreal ci ha pensato all’Adnkronos il direttore di La7, Andrea Salerno:

“Mi sembra solo un grande equivoco dovuto a un tweet che all’occhio di un persona che non conosce il nostro programma può essere stato fuorviante. Spero che l’equivoco rientri prima della diretta di questa sera perché ci tenevamo a parlare con lei del conflitto arabo-israeliano”.

Rula Jebreal e Diletta Leotta sul palco di Sanremo 2020

Rula Jebreal e Diletta Leotta sul palco di Sanremo 2020

Bufera social sul caso Jebreal-Propaganda Live

Sul web si è scatenato un putiferio di commenti, pro e contro la giornalista. “Rula Jebreal rifiuta l’ospitata a Propaganda perché è l’unica donna ospite. Evidentemente non conosce il programma alla quale è stata invitata che tra l’altro ha ospiti fisse due donne” scrive qualcuno ricordando la presenza fissa di Costanze Reuscher e Francesca Schianchi. Altri rincarano la dose: “Definire maschilista in maniera implicita (e nemmeno tanto) Propaganda significa non aver mai visto il programma”; e ancora “Ho letto la cosa e mi ha lasciato parecchio perplesso. #propagandalive e Diego Bianchi ogni settimana ci raccontano storie parità, di persone deboli, dimenticate . Propaganda è una finestra sul mondo e mi dispiace perché queste accuse non hanno senso”.

Ma c’è anche chi prova a dare ragione alla scelta impopolare della Jebreal: “Io amo Propaganda, e sono sicura che loro abbiano notato già da un bel po’ che per l’80% delle tre ore in cui sono in onda si sentono solo voci maschili” oppure “Un applauso a Rula Jebreal! Spero che anche qualche altro ospite faccia lo stesso. Iniziamo con azioni di questo tipo a far capire che la parità non è un optional…”

Video: Il monologo di Rula Jebreal a Sanremo 2020

Tagged in:

La7