Puntata scoppiettante e densa come sempre a Non è l’Arena (28 marzo). Il talk show di Massimo Giletti tra protagonisti, giornalisti e opinionisti tornera in onda in prima serata su La7. Si parlerà ancora dell’emergenza coronavirus in Italia, con il caos vaccini che tiene banco dal nord al sud con tanti casi, come quello del giornalista Andrea Scanzi al centro di una polemica per essere stato vaccinato ma anche l’ex portiere del Milan e dell’Italia, Albertosi che invece il vaccino ancora lo attende. E poi ancora Casamonica e non solo. Appuntamento quindi dalle ore 20:3o circa di domenica sera. La puntata sarà come di consueto visibile anche in diretta streaming sul sito ufficiale la7.it.

Non è l’Arena (28 marzo): caos vaccini in Toscana, il caso Scanzi

Dal nord al sud l’Italia continua il caos vaccini che sta rallentando le misure di prevenzione all’avanzamento del virus covid. Come ogni settimana sarà corposa la parte del programma dedicata alla situazione coronavirus in Italia con uno sguardo alla campagna vaccinale. Tra tutti ha fatto discutere il caso della Toscana per la bassa percentuale di vaccinati over 80 e per un caso avvolto da tante contraddizioni che ha fatto molto discutere. In collegamento anche la testimonianza di Ricky Albertosi, una leggenda del calcio italiano, tra gli anziani in attesa del vaccino dalla regione Toscana. Si parlerà del giornalista Andrea Scanzi travolto dalle polemiche per essersi vaccinato. Lui ha spiegato, anche in settimana, a Cartabianca di averlo fatto perchè unico sostegno dei genitori in precarie condizioni di salute.

Andrea Scanzi e il polverone per il suo vaccino

Andrea Scanzi e il polverone per il suo vaccino

Massimo Giletti fa luce sul caso Aria in Lombardia

Riflettori sulla Lombardia per fare chiarezza sul caos che ha portato all’azzeramento dei vertici di Aria Spa, la società della Regione che si occupava delle prenotazioni dei vaccini. Se ne discuterà con Mario Mazzoleni, ex consigliere di amministrazione di Aria Spa e il giornalista Alessandro Milan. Ospiti del talk: Pierpaolo Sileri, Luca Telese, Sandra Amurri e il virologo Fabrizio Pregliasco.

Non è l’Arena: i furbetti del vaccino

Massimo Giletti conduce Non è l'Arena (28 marzo)

Massimo Giletti conduce Non è l’Arena (28 marzo)

Massimo Giletti continua con le sue inchieste e i suoi filmati a documentare il caos delle vaccinazioni in tutta Italia. Le telecamere di “Non è l’Arena” torneranno in Calabria dove pare che il vaccino sia stato somministrato alla categoria dei donatori di sangue che non risulta essere presente in alcuna lista preferenziale del piano vaccinale. Ne parleremo ancora Pierpaolo Sileri, Luigi De Magistris, Guido Longo e Lino Polimeni.

Per quanto riguarda i furbetti del vaccino ospite di Non è l’Arena  il sindaco di Corleone Nicolò Nicolosi che si era vaccina prima degli aventi diritto, si era anche dimesso dopo lo scandolo ma ha deciso di ritirare le proprie dimissioni. Infine si tornerà a parlare del controverso vaccino AstraZeneca e se sia stata davvero una scelta “politica”, come ha dichiarato Nicola Magrini, attuale direttore generale dell’Aifa. Interverrà Luca Pani, ex direttore generale dell’Aifa. In studio ancora Sileri e Telese, oltre Maria Rita Gismondo e Marc Botenga.

Massimo Giletti torna in piazza per la crisi economica

In coda all’emergenza covid si parlerà della conseguente crisi economica frutto dei vari lockdown causati dalle zone rosse. Giletti si collegherà con le piazze di due città importanti, Milano e Salerno. Parteciperanno al dibattito Guido Crosetto, Vauro, Alessia Morani, lo chef Giorgio Locatelli e Mauro Guidi.

Giletti torna a parlare dei Casamonica

Prosegue infine l’inchiesta sui Casamonica. Un vero e proprio clan che potrebbe approfittare dell’avvento della pandemia per fare affari e mettere le mani sulle aziende in difficoltà… lo scopriremo con Francesca Fagnani e Nello Trocchia.

Video Non è l’Arena (28 marzo): inchiesta mascherine

Tagged in:

La7