Complici i deludenti ascolti Avanti Popolo chiude bottega. Il programma di Nunzia De Girolamo andrà in onda fino a martedì 30 gennaio, per poi dire addio al suo pubblico e cedere il passo a una new entry clamorosa sul terzo canale di Stato, quella di Peter Gomez con La Confessione. Lo sbarco del giornalista sulla Tv pubblica, dopo ben 14 stagioni su Nove, è stato confermato dal diretto interessato, e stabilisce anche la fine della stretta Meloniana sulla rete, data la distanza del conduttore dal governo. Inoltre, pare che ci sia anche un altro programma pronto, insieme a quello di Gomez, a succedere ad Avanti Popolo, ossia Petrolio di Duilio Giammaria.

Avanti Popolo chiude, al suo posto arriva La Confessione di Peter Gomez

Martedì 30 gennaio Nunzia De Girolamo e il suo Avanti Popolo andranno in scena per l’ultima volta. La colpa è da dare agli ascolti bassi, troppo bassi per andare avanti: l’ultima puntata, ad esempio, cioè quella del 9 gennaio, ha segnato poco più del 2% di share. E se la conduttrice e il suo programma potevano essere considerati l’ultimo baluardo della Tv Meloniana sulla terza rete, la conferma di questo ce la dà anche lo sbarco sul canale di Peter Gomez con La Confessione. Dal 13 febbraio prossimo, a Sanremo terminato, infatti, il giornalista porta il suo talk da mamma Rai, dopo ben 14 stagioni sul Nove. La certezza della notizia arriva dallo stesso co-direttore de Il Fatto, che ai microfoni di Un giorno da Pecora ha dichiarato:

È una cosa complicata, io ho fatto tanti anni sul Nove, però la Rai è il gioco vero. Sono impaurito, è inutile che racconti bugie, so che è una serata difficilissima, so benissimo chi abbiamo contro sulle altre reti – la Berlinguer, Floris, insomma tante cose ci sono – e capisco che sia difficile quella serata, però se uno non ci prova…

Ovviamente il format andrà rivisitato, almeno il minino, visto il passaggio di rete: “Qualcosa cambierà perché io ho già intervistato più di 150 persone sul Nove e quindi trovare esclusivamente delle storie biografiche interessanti comincia a diventare complicato.spiega Gomez a Geppi Cucciari e Giorgio LauroQuindi ci sarà una parte del programma (…) dedicata all’attualità. Parleremo sempre della biografia di personaggi, però cercheremo di essere legati a quello che è avvenuto in settimana o anche addirittura il giorno stesso”. Anche il titolo potrebbe subire delle modifiche: “Sicuramente ci sarà attaccato qualcosa, però il format de La Confessione finale rimarrà sicuro”.

Dal 13 febbraio e per otto puntate in tutto, quindi, La Confessione sarà su Rai 3, con la speranza di Gomez che ironicamente dice: “Sempre che non mi chiudano prima”, e conclude con un commento sulla Tv Meloniana:

Secondo me vuol dire che la Rai ha voglia di provarci perché ci sono delle cose da mettere a posto e la voglia di sperimentare (…). Può governare la Meloni, può governare Conte, prima vengono i cittadini e in questo caso i telespettatori o i radioascoltatori. Io risponderò esclusivamente a loro e saranno loro che mi giudicheranno, poi se la politica mi vorrà chiudere, ma sai il mio è un programma di interviste….

Tagged in:

Rai 3