Dopo la presentazione dei palinsesti, le migrazioni e gli addii dei conduttori, ora è il momento di capire in che direzione andranno i programmi delle varie reti nell’imminente stagione autunnale. Cosa succederà, quindi, a Canale 5, dopo la ‘cacciata’ di Barbara d’Urso dal suo storico talk Pomeriggio Cinque? A rispondere a questa domanda è stata la nuova padrona di casa di quello spazio, Myrta Merlino, che ha raccolto il testimone e ha spiegato come sarà il suo nuovo programma.

Myrta Merlino a Canale 5: “Niente gossip, farò cronaca popolare”

La nuova padrona di casa del pomeriggio di Canale 5, in un’intervista a La Stampa, ha spiegato che impronta darà al suo nuovo programma, erede del talk di Barbara d’Urso. “Niente gossip, farò cronaca popolare”, ha spiegato l’ex conduttrice de L’Aria che Tira. Merlino ha anche sottolineato come sia stata corteggiata per questo nuovo ruolo in Mediaset:

A questa proposta era difficile dire di no. Mi sono sentita molto corteggiata e molto rassicurata sull’impostazione informativa che sarà la protagonista di una nuova fase storica per Mediaset. Essere parte di questo grande cambiamento mi è sembrata un’avventura estremamente affascinante e ringrazio Pier Silvio Berlusconi della fiducia che mi sta dimostrando.

Berlusconi, infatti, durante la presentazione dei palinsesti alla stampa aveva introdotto il nuovo spazio di Myrta Merlino definendolo “Un giornalismo popolare di qualità”.

Pomeriggio cinque all’insegna delle soft news e del rigore

La visione di Pier Silvio Berlusconi è più che condivisa dalla conduttrice, che non sente sua la parola gossip “Non mi appartiene”, mentre pensa che le soft news siano una cosa seria:

Penso che le cosiddette soft news, siano in realtà una cosa molto seria e che vadano trattate con attenzione e rigore. Lo faremo, con personaggi di spettacolo, temi e fatti di costume, il racconto anche del bello che c’è nel mondo. Una sfida che mi appassiona. Il nostro sarà un rotocalco con tante sfaccettature e tutti i colori della vita.

E conclude: “Credo che la casalinga di Voghera non esista più. Sono donne e madri come me e hanno le mie stesse curiosità e le mie stesse paure. Mi avvicino con umiltà e empatia a un grande pubblico che è sempre più sfaccettato e non vedo l’ora di iniziare a chiacchierare con loro”.