La tanto amata attrice Eleonora Giorgi, madre di Paolo Ciavarro, di recente ha annunciato a Pomeriggio 5 (in streaming su Mediaset Infinity) di avere un tumore al pancreas. Inutile dire che una notizia del genere è subito balzata sui siti dei maggiori quotidiani online e non solo. Ora, a distanza di qualche giorno, la donna torna a parlare dell’argomento con maggiore tranquillità in una lunga intervista rilasciata al Corriere della Sera, spiegando come stia vivendo questo delicato momento, cosa l’abbia indotta a dirlo al suo stimato pubblico e tutte le cure che dovrà affrontare. Vediamo insieme nel dettaglio.

La scoperta della malattia, la reazione e la cura

Nell’intervista rilasciata al Corriere della Sera, Eleonora Giorgi parla della sua malattia, ovvero, del tumore al pancreas e di come lo ha scoperto:

Avevo un forte raffreddore, il 26 ottobre, 5 giorni dopo il mio settantesimo compleanno, mi sono ritrovata a fare la mammografia. In quel momento è arrivato un brutto colpo di tosse. “Già che ci sono farei una lastra”, ho detto all’ecografista. E quell’angelo: “Signora prenoti una tac”. L’esame ha rivelato dei piccoli noduli, di cui due frastagliati. Lo pneumologo mi ha prescritto una Pet che ha portato alla luce il carcinoma al pancreas. Se i noduli ai polmoni fossero stati metastasi ora avrei un anno e mezzo di vita davanti. Invece la biopsia ha detto che dopo la chemioterapia potrò operarmi

Da qui la reazione incredula dell’attrice che credeva di avere problemi polmonari: “Sono stata miracolata, perché l’ho scoperto per tempo per via di una serie di circostanze fortuite

Il discorso si sposta poi, sulla terapia che Eleonora dovrà affrontare:

Mercoledì inizierò il ciclo di chemioterapia all’Humanitas di Milano. Mi hanno detto che con il primo potrei dormire anche per tre giorni, tanto sarà forte. Dovrò ripetere le terapie ogni 15 giorni. Ma ho deciso di combattere con determinazione

I pensieri di Eleonora Giorgi: “Ho avuto una vita incredibile”

In un momento difficile come questo, mantenere la lucidità sembra impossibile. Il primo pensiero di Eleonora alla scoperta di questa brutta malattia è stato particolare ma anche profondo:

All’inizio ho pensato in modo egoista che se dovevo morire, beh pazienza: ho vissuto una vita incredibile e invecchiare non mi piace per nulla. Poi mi sono guardata intorno e ho visto i miei figli Andrea e Paolo addolorati, ho sentito il loro grande amore: tra le cose positive di questo momento c’è l’essere al centro dei loro cuori

Poi, chiaramente, si è informata e ha messo da parte tutte le sue paure, approfondendo anche i casi più noti:

Ho esorcizzato molte paure documentandomi subito, insieme ai miei figli. Scoprirlo per tempo è decisivo. E ovviamente ho esaminato gli altri casi noti, come quello di Fedez e di Steve Jobs. Mi ha sorpreso scoprire che Jobs per lungo tempo si è affidato a cure alternative. Io ho piena fiducia nella scienza

Eleonora Giorgi

Eleonora Giorgi

L’appello a Fedez di Eleonora Giorgi: “Incontriamoci”

Sempre durante l’intervista Giorgi dedica un pensiero a Fedez:

So che ha parlato di depressione. Come una zia mi piacerebbe incontrarlo per sorridergli e fargli sentire quella serenità che ho dentro. Vorrei ricordargli che ha costruito una famiglia meravigliosa e una grande carriera

Eleonora Giorgi: “Voglio dare coraggio a chi combatte come me”

L’attrice, inoltre, ribadisce che la prevenzione è importante e che ha preferito parlare della sua malattia al suo pubblico per dare coraggio a chi combatte come lei:

Voglio dare coraggio a chi combatte come me, ci sono anche tanti giovani e questo mi addolora. Mi servirà anche per non buttarmi giù: perderò i capelli, le sopracciglia, ma quei momenti mi daranno il pretesto per truccarmi, indossare un turbante nero o una parrucca vaporosa. Sentirmi viva