Scopriamo tutto quello che c’è da sapere sulla conduttrice e giudice di Cake Star: pasticcerie in sfida, in onda da stasera con la sesta stagione su Real Time. Dagli esordi a Zelig fino al clamoroso successo di LOL – chi ride è fuori, Katia Follesa è da sempre una delle comiche italiane più amate e apprezzate. Conosciamo meglio la sua storia, dalla carriera fino alla vita privata.

Chi è Katia Follesa: debutto, carriera, programmi tv

Katia Follesa nasce a Giussano, in provincia di Monza e Brianza, il 12 gennaio del 1976, da madre sarda e padre siciliano. Esordisce come cabarettista nel duo “Katia & Valeria”. Con l’amica e collega Valeria Graci vivrà tutta la gavetta, fatta di vari spettacoli comici fino a sbarcare in televisione con Colorado e Zelig. Dopo il grande successo con gli sketch parodici di Uomini e Donne, Katia intraprenderà una carriera solista, partecipando più volte allo show di Ale e Franz Buona la prima!. Lavorerà poi anche per il grande schermo, recitando nel film cinepanettone Vacanze di Natale a Cortina e nella commedia Benvenuti al nord. La stagione successiva della carriera di Katia virerà invece verso gli show televisivi (come Cuochi e fiamme, Uno di troppo, Quanto manca, etc.) fino alla collaborazione con Real Time, iniziata nel 2017. Qui condurrà Junior Bake off Italia (andando a sostituire Benedetta Parodi), girerà il programma sulla propria famiglia Social Family e, dal 2018, presenterà con Damiano Carrara Cake star: pasticcerie in sfida Nel 2021 partecipa a LOL – Chi ride è fuori, il game show di Amazon Prime Video basato sul successo globale di un format giapponese. Katia arriverà fino alla finale, dove perderà con Ciro Priello dei Jackal.

Famiglia, vita privata e la malattia

Katia Follesa è fidanzata con Angelo Pisani, comico dei “Pali e Dispari” conosciuto a Zelig nel 1999. I due sono stati insieme fino al 2014, prima di separarsi e proseguire il rapporto solo per il bene della figlia (come dichiarato da Katia). Successivamente, però, si sono rimessi insieme, pronti anche per il matrimonio.

Nel 2003 Katia Follesa ha perso il padre, chef molto conosciuto in Brianza, a causa di una cardiomiopatia congenita. Katia ha scoperto di aver ereditato la patologia del padre, e da quel giorno partecipa al progetto del gruppo ospedaliero San Donato Foundation contro la malattia.