Ex pugile, ex consigliere comunale di Forza Nuova a Trieste, dichiaratamente fascista e con spiccate tendenze al negazionismo in materia di Covid-19. Scopriamo chi è Fabio Tuiach, uno dei leader della protesta no green pass dei portuali di Trieste che da alcune settimane è diventato celebre grazie ai suoi frequenti interventi in diversi programmi tv d’attualità.

Chi è Fabio Tuiach, la carriera da pugile

Nato a Trieste, il 4 giugno 1980 (41 anni), Fabio Tuiach ha praticato la boxe da quando aveva 16 anni, diventando un pugile professionista nel 2003. Tre anni si laurea campione italiano della sua categoria battendo il campione in carica Paolo Ferrara. Dopo un paio d’anni di stop causati da guai fisici, Tuiach torna a combattere nel 2012 passando nella categoria dei pesi massimo di cui diventa campione d’Italia nel 2014. Ritiratosi dall’attività agonista tre anni fa (2018), ha concluso la sua carriera da pugile con uno score di 27 incontro vinti (15 per ko) e 5 sconfitte.

Fabio Tuiach chi è: moglie, figli, carriera sportiva e politica

Fabio Tuiach chi è: moglie, figli, carriera sportiva e politica

Fabio Tuiach chi è: moglie, figli, lavoro, vita privata

Fabio Tuiach ha sposato nel marzo 2012 Cristina Cioch, madre dei suoi tre figli: Rebecca, Raul e Jesus. Sua moglie Cristina lo ha spesso sostenuto sui social nelle sue battaglie politiche e religiose. Tuiach lavora come portuale a Trieste. Nel luglio 2012, ha partecipato alla partita annuale del calcio fiorentino vestendo i panni della casada rossa Cinquecento di Santa Maria Novella.

Fabio Tuiach, l’attività politica

Parallelamente alla carriera da pugile, da anni Fabio Tuiach è impegnato anche in politica. Alle amministrative del 2016 viene eletto consigliere comunale a Trieste tra le fila della Lega. Dopo alcune sue dichiarazioni sul femminicidio (“Non esiste, è un’invenzione della sinistra”), il vicesindaco di Trieste ne chiese l’espulsione e lui traslocò nel partito di estrema destra Forza Nuova, per poi passare dopo un solo anno al Gruppo Misto come indipendente.

Tuiach: il covid e le proteste contro il Green Pass

Nelle ultime settimane l’ex pugile Fabio Tuiach è salito alla ribalta delle cronache come uno dei trascinatori delle proteste contro il Green Pass dei portuale di Trieste, di cui è tutt’ora uno dei leader insieme a Stefano Puzzer.  Proprio nel corso delle manifestazioni contro il certificato verde, Tuiach ha contratto il covid-19. Anche in questo casa ha fatto discutere con le sue dichiarazioni, visto che ha paragonato il coronavirus a un’influenza stagionale, negando di fatto l’esistenza della pandemia:

“Qualche giorno fa era davanti agli idranti a Trieste e sono rimasto tutto il giorno fuori bagnato. Con la temperatura di Trieste a fine ottobre è impossibile non prendere un malanno e infatti sono risultato positivo al tampone. Per me il covid esiste solo nelle menti delle persone ipnotizzate (…) e lascio il vaccino sperimentale agli ipocondriaci senza Dio (…). Finalmente ho preso questa terribile influenza, accidenti che paura!”. Fabio Tuiach

Fabio Tuiach - Tutto quello che c'è da sapere

Fabio Tuiach – Tutto quello che c’è da sapere

Tuiach, le simpatie fasciste e le frasi controverse

Nel corso degli anni, Tuiach è diventato noto per le sue dichiarazioni spesso molto controverse su fascismo, nazismo, Islam, immigrazione e diritti degli omosessuali.

  • A più riprese l’ex pugile triestino si è definito orgogliosamente fascista
  • Sull’Islam ha detto: “Maometto? Era un pedofilo e noi non accetteremo mai questa cultura”
  • Nel 2019, per impedire l’organizzazione del Gay Pride a Trieste, presento una mozione in consiglio comunale sostenendo che «i Gay Pride in passato si sono macchiati di sconcerie ed atti osceni anche davanti ai bambini», chiedendo inoltre alla «diocesi di Trieste di “organizzare, con tutti i cattolici, un rosario pubblico riparatore all’abominio del gay pride”. Nel 2020, intervenuto nella trasmissione radiofonica La Zanzara, ha associato l’atto omosessuale a un rito di iniziazione satanica.
  • In occasione del Giorno della Memoria 2021, Fabio Tuiach  su VK (VKontakte, un social russo) ha pubblicato una immagine di Adolf Hitler sorridente circondato da una folla adorante.
  • Noto per le sue posizioni negazioniste su covid e vaccini, Tuiach in passato ha sostenuto: “Il coronavirus è una punizione divina per gli omosessuali”.
Fabio Tuiach - Ospite stasera a Controcorrente su Rete 4

Fabio Tuiach – Ospite stasera a Controcorrente su Rete 4

Tuiach contro Puzzer a Zona Bianca – VIDEO

Tagged in:

Rete 4