Mancano solo gli dei dell’Olimpo al kolossal epico Troy (2004) in onda questa sera, ma per il resto la pellicola brilla di una emozionante magnificenza, che include scenografie e costumi e si nutre di uno straordinario ed incalzante pathos. La storia raccontata da Omero nell’Iliade la conosciamo tutti, anche solo per aver sentito nominare i suoi epici personaggi, ma vederla rappresentata ha il valore aggiunto della carica emotiva impressa dagli interpreti. La coinvolgente afflizione degli sconfitti e la statuaria bellezza degli attori più giovani completano un’opera destinata a rimanere intramontabile.

Troy: tv e streaming (2 marzo)

Una storia di amicizia e rivalse, di conquiste e di vendette nel capolavoro epico Troy, stasera in tv (2 marzo) sul canale 20, alle 21:05 circa. Il film può essere visto anche in diretta streaming sulla piattaforma gratuita Mediaset Play, alla quale si accede da sito ed app, direttamente da computer, tablet e smartphone.

Orlando Bloom e Diane Kruger in Troy

Orlando Bloom e Diane Kruger in Troy

La trama del film stasera in tv (2 marzo)

Troia è l’unica città greca, difesa da potenti mura erette dagli dei dell’Olimpo, che nel 1200 a.C. rifiutava di essere annessa all’egemonia del re acheo Agamennone. Per stipulare un concordato di pace, i principi Paride ed Ettore vanno a Sparta per incontrare Menelao, fratello di Agamennone, ma galeotto è quell’accordo e Paride avvìa un intreccio amoroso con Elena, moglie del comandante acheo, tanto da rapirla e portarla con sé a Troia. Il rapimento diventa l’occasione per Agamennone di scagliarsi contro la città e riuscire ad annetterla al suo comando. Inizialmente Achille si rifiuta di partecipare alla guerra contro Troia, ma alla fine accetta convinto dalla madre Teti che gli preannuncia eterna fama, grazie alle sue gesta in quella battaglia. È l’inizio di una lotta senza confini in cui si scontrano guerrieri e semidei mostrando coraggio ed onore, ma anche valori e sentimenti superiori a qualsiasi accordo. Ulisse si distingue con la sua furbizia, mentre Achille si trova a dover affrontare Ettore anche per difendere la donna della quale si è perdutamente innamorato.

Brad Pitt è Achille in Troy

Brad Pitt è Achille in Troy

Il cast di Troy

Troy - Sean Bean

Troy – Sean Bean interpreta Ulisse

Il film epico Troy arriva al cinema nel 2004 con la regia del tedesco Wolfgang Petersen e la sceneggiatura dell’americano David Benioff. La pellicola ottiene una candidatura agli Oscar, un Teen Choice Award per Brad Pitt come migliore attore di film drammatico/d’azione/avventura ed un Irish Film and Television Award per Peter O’Toole come miglior attore non protagonista in un film cinematografico o televisivo. Protagonisti della storia sono Brad Pitt (World War Z, Sette anni in Tibet, La grande scommessa, Ocean’s Eleven – Fate il vostro gioco, The Counselor)nel ruolo di Achille, Eric Bana in quello di Ettore ed Orlando Bloom (Lo Hobbit – La desolazione di Smaug) in quello di Paride. Peter O’Toole (Stardust) è il re Priamo, Diane Kruger (Unknown – Senza identità, Oltre la notte) è Elena e Rose Byrne (X-Men – Apocalisse, 28 settimane dopo, Peter Rabbit) è Briseide, mentre Brian Cox (The Bourne Supremacy, Il collezionista) interpreta Agamennone e Sean Bean (Sopravvissuto – The Martian, Giochi di potere, Biancaneve, Ronin, Flightplan – Mistero in volo) è Ulisse.

Curiosità e trailer – VIDEO

Un budget di 175 milioni di dollari, otto mesi di riprese e set esterni tra l’isola di Malta ed il Messico hanno permesso la realizzazione del colossal epico Troy, meritevole di aver riportato in auge una bella fetta di storia della letteratura greca. Proprio durante le riprese in Messico due biologi furono incaricati di controllare che nulla nel lavoro della troupe cinematografica causasse danni alle covate delle tartarughe marine nell’area interessata. Il film fu presentato  fuori concorso al 57º Festival di Cannes, prima di arrivare nelle sale cinematografiche nel 2004, e nonostante le critiche iniziali determinate dalle differenze con l’opera di Omero, ottenne un grande successo di pubblico con oltre 497 milioni di dollari incassati in tutto il mondo che lo hanno reso uno dei 150 migliori successi al botteghino. Il film ottenne una candidatura agli Oscar nella categoria migliori costumi, ma fu battuto da The Aviator di Sandy Powell. La preparazione di Brad Pitt all’interpretazione dello statuario Achille richiese 6 mesi di allenamento intensivo in palestra e l’ardua rinuncia al fumo.

Tagged in:

20, Rete 4