Imperdibile appuntamento con la nuova fiction crime L’Alligatore (25 novembre) da stasera in tv su Rai 2, dalle 21:20, ed in live streaming su RaiPlay. La serie è in perfetto stile hard boiled: genere giallo molto crudo e vero, racconterà in quattro prime serate le avventure di un personaggio molto sopra le righe, Marco Buratti detto l’Alligatore, dallo sguardo buono e la mente irrequieta. In un crescendo di tensione ed emozioni, la trama non risparmierà momenti delicati tra tutto il becero che emergerà sullo sfondo della laguna veneta.

La trama della fiction

Marco Buratti, dopo aver scontato da innocente sette anni in carcere, torna alla libertà senza progetti ma con tanti propositi. Il suo soprannome è l’Alligatore e deriva dal nome del gruppo del quale era cantante, gli Old Red Alligators e che ha dovuto lasciare finendo in prigione. Quella è stata la tragedia che ha sconvolto la sua vita facendogli perdere ingiustamente la musica e l’amore, oltre che la libertà. Tornato in circolazione, Buratti comincia a riprendersi, un po’ alla volta, la sua vita e diventa un originale detective che, muovendosi ai limiti della legalità, diventa apprezzato e richiesto tra tutti gli avvocati della zona. La sua ossessione per la giustizia si esprime subito con l’indagine in aiuto di Alberto Magagnin, suo ex compagno di cella. Nel suo nuovo lavoro si fa aiutare da un altro ex compagno di cella, il contrabbandiere milanese Beniamino Rossi e dalla compagna Sylvie, dall’ecologista Max, detto La Memoria e dalla mistica Marielita che dialoga con le piante. Buratti ama il blues ed il calvados, ma anche le donne e se da una parte c’è l’amore della sua vita, Greta, che lo ha lasciato e non gli perdona di aver tradito la musica, tanto da stare con un altro uomo, dall’altra c’è Virna, con la ventata di novità che porta con sé.

L’Alligatore (25 novembre): anticipazioni episodi

La verità dell’Alligatore (1 x 01) – Uscito di prigione, Marco Buratti trova rifugio in un locale chiamato la Cuccia. Qui si presenta l’avvocato Foscarini in cerca di informazioni ed aiuto per il proprio cliente Alberto Magagnin, letteralmente sparito mentre si trovava in semilibertà e quasi alla fine della propria pena. L’uomo è un gigolò e l’Alligatore lo ha conosciuto in carcere: i due sono diventati amici e Buratti accetta senza esitazioni il suo primo caso da detective, facendo subito interessanti scoperte. Magagnin ha ricominciato a drogarsi e ha ripreso la relazione con Piera Belli, una donna più grande di lui. L’Alligatore vuole sentire proprio lei per sapere se ha notizie dello scomparso, ma quando arriva a casa di Piera trova il suo corpo senza vita e scopre che nell’appartamento ci sono tracce di Alberto.

Il corriere colombiano (1 x 02) Nazzareno Corradi si reca alla pensione Zodiaco dove ha un appuntamento. Quando bussa alla porta della camera che gli è stata indicata, trova ad aspettarlo la polizia che lo arresta con l’accusa di traffico di stupefacenti. A difendere Corradi c’è l’avvocato Bonotto che si rivolge all’Alligatore dichiarando che il suo assistito sia vittima di una macchinazione della polizia che vuole vendicare i due agenti morti durante una rapina di qualche anno prima. Buratti accetta l’incarico e con Max e Rossini avvia le ricerche. Nella vicenda, iniziata con l’arresto di un giovane in possesso di droga, arrivato all’aeroporto di Venezia dalla Colombia, che confessa di avere un appuntamento nella pensione dove è stato arrestato Corradi, appaiono subito risvolti pericolosi. Nel caso, infatti, è coinvolta anche la Tìa, al secolo Rosa Gonzales, una narcotrafficante senza scrupoli zia del giovane colombiano arrestato a Venezia. La donna decide di venire in Italia, dopo aver scoperto che il nipote ha provato a raggirarla tentando di mettersi in proprio, e si fa accompagnare dal suo fidato sicario Alacràn per scoprire chi stia organizzando un giro di spaccio alle sue spalle.

Curiosità e cast della serie

L’Alligatore è la nuova fiction Rai realizzata in collaborazione con Fandango ed ispirata ai romanzi di Massimo Carlotto, ambientata nella suggestiva laguna veneta e diretta da Daniele Vicari ed Emanuele Scaringi. La sceneggiatura, alla quale ha collaborato lo stesso autore, è di Andrea Cedrola e Laura PaolucciMatteo Martari è Marco Buratti detto “Alligatore”, già interprete di Luigi Tenco nella fiction Fabrizio De Andrè – Principe Libero e del magistrato Buffardi nella serie I  bastardi di Pizzofalcone. Accanto a lui ci sono Thomas Trabacchi nei panni di Beniamino Rossini, Valeria Solarino (A casa tutti bene, Quanto basta) in quelli della cantante Greta, grande amore dell’Alligatore, e Gianluca Gobbi in quelli di Max “La Memoria”. Fausto Maria Sciarappa è Castelli, Eleonora Giovanardi (Quo Vado?) è Virna mentre Shalana Santana ed Andrea Gherpelli sono rispettivamente Marielita e Pellegrini.

Tagged in:

Rai 2