Dopo l’esordio di settimana scorsa con lo speciale Ricostruiamo l’Italia! dedicato al terremoto del 2016, PresaDiretta (31 agosto) torna stasera in tv su Rai 3 alle 21.20 con la puntata Mai più eroi, dedicata all’emergenza Coronavirus che ha investito il nostro Paese e agli effetti che ha avuto, e che avrà, sulla sanità pubblica. Il programma di approfondimento e attualità condotto da Riccardo Iacona sarà trasmesso, oltre che in televisione, anche in contemporanea diretta streaming sul sito e sull’app RaiPlay, dove vi ricordiamo che, on demand, sono sempre disponibili le puntate già andate in onda.

PresaDiretta (31 agosto): le anticipazioni di Mai più eroi

Tra le istantanee più forti dell’impatto che il Coronavirus ha avuto sulle nostre vite ci sono sicuramente quelle riprese negli ospedali italiani, che mai come negli ultimi mesi sono stati vicini al collasso: i pochi posti nelle terapie intensive, la difficoltà di raggiungere tempestivamente nelle proprie abitazioni i malati, e soprattutto le tante, troppe vittime tra lo stesso personale sanitario, impreparato a un’emergenza di tale portata. L’epidemia da Sars Cov-2 ha portato alla luce tutti i limiti del nostro Servizio Sanitario Nazionale, perfino nelle regioni considerate più all’avanguardia che alla fine si sono rivelate le più colpite dal virus. Il viaggio di PresaDiretta (31 agosto) partirà dalla Lombardia, dove sono scoppiati i primi cluster e dove non è stato sviluppato abbastanza in fretta un piano pandemico, oltre a essere la regione italiana dove si sono registrate più vittime tra il personale sanitario. Una situazione simile a quella vissuta dall’Emilia Romagna, dove però le amministrazioni hanno reagito attraverso la medicina del territorio, andando cioè a curare i pazienti direttamente nelle loro abitazioni lasciando gli ospedali ai casi più gravi per prevenire situazioni peggiori. Il terzo caso che verrà trattato in studio è quello del Veneto, dove si è scelta la strada degli screening di massa e della chiusura dei presidi medici ormai compromessi dal virus. Tre esempi molto diversi tra loro che, però, portano a una stessa riflessione: per quanto tempo ancora il governo potrà permettersi di rimandare gli investimenti sulla prevenzione, sulla medicina e soprattutto sulla ricerca?

Gli ospiti della puntata in onda stasera in tv

Ad animare il dibattito insieme a Riccardo Iacona saranno presenti in studio tre grandi protagonisti delle vicende sanitarie e politiche degli ultimi mesi: il Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini (Partito Democratico), il ministro della Salute Roberto Speranza (Liberi e Uguali) e il direttore del dipartimento Prevenzione della Regione Veneto Francesca Russo.

Tagged in:

Rai 3