Energia e Biologia saranno i temi del primo appuntamento di Prepararsi al futuro la trasmissione che segna il ritorno in tv del grande Piero Angela in onda questa sera (17 dicembre) sui canali Rai in seconda serata. Ma vediamo di cosa si tratta e soprattutto su che canale andrà in onda il 91enne (quasi 92 anni) re dei divulgatori scientifici televisivi.

Piero Angela, Prepararsi al futuro: quando e dove va in onda

La trasmissione sarà divisa in quattro puntate che andranno in onda il giovedì sera in seconda serata su Rai Premium (canale 25 del digitale terrestre) e affronteranno diversi temi che hanno a che fare con il sociale, dal problema demografico allo sviluppo tecnologico passando per il clima. Prima puntata in onda stasera in tv 17 dicembre alle ore 23:10 per la durata di circa 35 minuti, il tema sarà Energia e Biologia.Disponibile sul portale Raiplay la diretta streaming. A partire da domani allo stesso indirizzo, accedendo alla sezione dedicata alla trasmissione, sarà possibile rivedere l’intera puntata in modalità on-demand.

Piero Angela spiega il suo Prepararsi al futuro

Ambiente e sostenibilità saranno le linee guida di questo primo ciclo di trasmissioni in cui Piero Angela, alle soglie dei 92 anni, padre storico di Quark e Superquark, oltre che di Alberto Angela, si è avvalso della collaborazione di Francesco Profumo e della Fondazione per la Scuola della Compagnia di San Paolo,dell’Ufficio Scolastico Regionale del Piemonte e del Politecnico di Torino nella cui Aula Magna sono stati organizzati alcuni incontri tra 400 ragazzi dell’ateneo e delle scuole superiori.

“Prepararsi al Futuro è un programma molto particolare nasce da un’idea che avevo avuto qualche tempo fa, e cioè quella di far incontrare gli studenti con grandi personaggi di ogni campo: scienziati, economisti, storici, demografi, tecnologi, filosofi. E aprire un dialogo sui grandi temi del mondo moderno, soprattutto pensando al futuro”. Piero Angela

Prepararsi al futuro, prima puntata (17 dicembre)

Per Energia e Biologia i relatori saranno Nicola Armaroli, direttore del Consiglio Nazionale delle Ricerche e la professoressa Paola Bonfante dell’Università di Torino. Tanti e tanti sono ancora gli squilibri tra paesi ricchi e poveri nella distribuzione dell’energia, del cibo e di quant’altro tra cui le energie sostenibili, tema su cui anche i paesi avanzati sono in ritardo sulla transizione energetica, necessaria e indispensabile per salvaguardare il pianeta in cui viviamo.

Video Piero Angela sempre sulla cresta dell’onda

Tagged in:

Rai Premium