C’è un delitto di Stato al centro dello speciale di Atlantide – Storie di uomini e di mondi, condotto da Andrea Purgatori ed in onda questa sera in tv. Il racconto impressionante è quello della morte del giornalista Jamal Khashoggi, severo critico del regime monarchico saudita e, soprattutto, dell’erede al trono Mohammad bin Salman. Sulla vicenda hanno indagato colleghi e forze speciali compresa la CIA ed anche il rapporto dell’Intelligence americana sarà esaminato nel corso dello speciale Atlantide – Jamal Khashoggi, un delitto di Stato, per far luce sulla vicenda aspramente condannata dalla comunità internazionale.

Atlantide (17 giugno) - Stasera in tv su La7 e in diretta streaming

Atlantide (17 giugno) – Stasera in tv su La7 e in diretta streaming

Anticipazioni ed ospiti dello speciale in onda questa sera

L’approfondimento in programma in tv stasera di Atlantide – Jamal Khashoggi, un delitto di Stato spalanca lo sguardo su un fatto di cronaca di dimensioni internazionali, del quale si sono interessati tutti i Governi mondiali a cominciare da quello americano che con un’indagine fortemente voluta da Donald Trump è arrivato a rendere noto il rapporto della CIA, illustrato recentemente dal nuovo presidente USA, Joe Biden. Per chiarire meglio la scelta americana che, così, frena le ambizioni di Mohammad bin Salman, Andrea Purgatori presenterà Hatice Cengiz, la fidanzata del giornalista ucciso, dialogherà con Rula Jebreal da New York e Francesca Mannocchi dall’Iraq, in attesa della visita del Papa. Ad arricchire la ricostruzione dei fatti ci sarà anche il documentario di Martin Smith su Bin Salman.

Donald Trump e MbS

Donald Trump e MbS

Atlantide – Jamal Khashoggi, un delitto di Stato: anticipazioni

Il 2 ottobre 2018 un commando di 15 sauditi partiti espressamente da Riad a bordo di due aerei privati, raggiunse la Turchia e, nel consolato di Instambul, uccise e fece a pezzi Jamal Khashoggi, giornalista del Washington Post, il cui corpo non sarà mai ritrovato. Un omicidio efferato condannato da ogni parte del mondo, di fronte al quale il Governo saudita prima negò ogni coinvolgimento e poi dichiarò che fosse stata «un’operazione non autorizzata». Immediatamente il Governo turco avviò indagini su quell’agghiacciante fatto di sangue, seguito dall’ONU che dispose un’indagine guidata dall’attivista francese Agnes Callamard, relatrice speciale sulle esecuzioni extragiudiziarie. L’investigazione, fortemente avversata dai sauditi, appurò che Khashoggi era stato colpito da una «esecuzione premeditata» dimostrabile con un sufficiente numero di prove credibili che indicavano chiaramente il collegamento di Mohammad bin Salman a quell’uccisione.

Il principe Mohammed bin Salman ed il giornalista Jamal Khashoggi

Il principe Mohammed bin Salman ed il giornalista Jamal Khashoggi

In seguito il principe saudita ha ammesso un coinvolgimento indiretto con l’omicidio di Khashoggi «dal momento che sono tra i leader dell’Arabia Saudita ed è stato commesso da individui che lavoravano per il governo saudita», negando comunque di aver ordinato l’esecuzione del giornalista. Jamal Khashoggi, prima di andare in auto-esilio in America, era stato molto vicino alla famiglia reale di MbS (acronimo amato dal principe e convenzionalmente utilizzato in Occidente, ndr), ed a proposito di questa scelta nel 2017 il New York Times riportò una presunta dichiarazione di Mohammad bin Salman che ad un suo consigliere avrebbe annunciato di voler usare una pallottola contro il giornalista, considerato un «pericoloso islamista», se non fosse rientrato in patria, interrompendo le sue delazioni al governo saudita, basate soprattutto sulle censure alla stampa e la condizione femminile.

Atlantide – Jamal Khashoggi, un delitto di Stato (17 giugno): oggi in tv e live streaming

Irrinunciabile approfondimento con lo speciale di Atlantide – Khashoggi, un delitto di Stato stasera in tv (giovedì 17 giugno) su La7 dalle 21:15 circa ed in diretta streaming nella sezione live del sito di La7. Sulla piattaforma gratuita della Cairo Communication è possibile rivedere anche le puntate precedenti del programma condotto da Andrea Purgatori, collegandosi da sito e da app con smartphone, computer e tablet.

Tagged in:

La7