Lino Banfi, ovvero Pasquale Zagaria, e Lucia Zagaria. Che succede quando trascorri la vita con la stessa persona per 60 anni e poi, di colpo, quella persona non c’è più? Qualche saggio, qualche personaggio della letteratura, qualche nonno: ripetono che i bilanci veri si fanno sempre alla fine.

Alla fine di ogni cosa. Anche l’amore: è alla fine che si capisce davvero tutto e il problema, spesso, è che quando si è maturi e pronti per affrontare la vita, il tempo scade. Arriva il game over.

Pasquale e Lucia Zagaria

Della morte di Lucia Zagaria, compagna di una vita di Lino Banfi, resta da dire poco: una donna di 85 anni malata da tempo di Alzheimer che ha avuto la fortuna di essere amata e coccolata dal marito, dai figli. Che ha avuto la fortuna di amare in maniera incondizionata il marito, i figli.

Lino Banfi e l’amore per Lucia

Della storia d’amore tra Lucia e Pasquale, detto Lino, tanto si è scritto e tanto si scriverà: a noi vien da dire che resta – quell’amore che richiama al senso di diritto e di dovere; che riporta al valore intrinseco dello scegliersi e dello stare insieme superando le difficoltà in due; del non cedere il passo ai problemi, semmai prenderli di petto fino a fortificarsi – un bagaglio sociale e culturale da non disperdere.

Perché, al di là dell’intimità e della soggettiva maniera in cui Lucia e Lino hanno deciso quale e quanto peso specifico riconoscere, anno dopo anno, al proprio rapporto, il loro esempio è figlio di un’epoca che, piano piano, sta sparendo. Si tratta della solidità delle relazioni che abbiamo imparato a conoscere, da piccoli, stando con i nonni.


Col tempo, invece, le relazioni di coppia hanno seguito la tendenza a depauperarsi del senso e dello spirito di sacrificio, anch’esso componente indispensabile per dare vigore a qualunque storia nella quale siano coinvolte più di una persona. La prassi, oggi più di ieri, è quella di condividere le gioie e allontanarsi alla minima problematica.

Lino Banfi, Lucia e il senso della vita

La storia d’amore tra Lucia e Pasquale, detto Lino, è commovente perché è solo alla fine che si possono fare i bilanci. Quelli veri. 60 anni insieme legittimano scelte e percorsi. 60 anni insieme sono una delle risposte più azzeccate a quella domanda che spesso mette in difficoltà e non trova una replica a cui credi fino in fondo: qual è il senso della vita, chiedeva Paolo Bonolis agli intervistati illustri in una trasmissione molto seguita di qualche anno fa.

Lucia e Pasquale, detto Lino, che pure di motivi per essere felici della vita vissuta ne hanno avuti parecchi, avrebbero risposta senza alcun dubbio così: il senso della vita è una vita insieme.

Lino Banfi da Papa Bergoglio

La storia d’amore tra Lucia e Pasquale, detto Lino, ha un apice e raccontarlo è doveroso. Qualche anno fa Lino Banfi si recò in visita da Papa Bergoglio e rendicontò quell’incontro in una bellissima lettera indirizzata a sua moglie.

Ho chiesto al Santo Padre quello che mi hai chiesto di chiedere precisamente. Gli ho raccontato il tuo desiderio, quello di andarcene insieme, nello stesso momento, tenendoci per mano come abbiamo fatto sempre nella nostra vita. Bergoglio mi ha detto che non ha il potere di farci andare, anche se io e te non potremmo vivere senza l’altro, lui pregherà per noi.

Ecco cos’è la storia d’amore tra Lucia e Pasquale, detto Lino. Atemporale, eterea, infinita.